Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

SIRENE ROSSONERE

Marekiaro è un pezzo di Napoli


Marekiaro è un pezzo di Napoli
01/06/2011, 10:06

Le sirene sono tentatrici. Ulisse ne sapeva qualcosa, e decise di legarsi pur di non cedere alla tentazione. Le orecchie non possono fare a meno di udire il richiamo, ma la mente può non farsi condizionare. Nel mercato, soprattutto quello estivo, di sirene ce ne sono tante. Fin troppe in alcune occasioni. Tutti tentano, qualcuno ci prova, in pochi ci riescono. E quando il tentativo va a buon fine, il colpo può anche non rivelarsi tale. 

PEZZI PREGIATI - Difficile trattenere i gioielli a Napoli. E' la frase che da tempo vanno ripetendo un pò tutti, e che puntalmente si scontra con la politica del presidente Aurelio De Laurentiis. La società azzurra, agli occhi di molti addetti ai lavori, appare ancora come una cenerentola. La classica squadra che, dopo un anno eccezionale, prova a massimizzare i suoi profitti vendendo al mercato i pezzi pregiati. Il patron va ripetendo che Napoli non è Udine, Firenze o Palermo, e ha un progetto ben più lungimirante in cui si punta al vertice. Ma la tentazione dei grandi club di pescare in casa d'altri non manca. Ed è anche lecita, per due motivi: primo, acquistare il pezzo forte di una piccola significa ridurre le sue possibilità di crescita; secondo: i pezzi pregiati del Napoli sono veramente allettanti!

TENTAZIONE ROSSONERA - E così arriva il richiamo delle sirene. La più insistente è la regina del campionato: il Milan. I rossoneri non hanno mai negato il forte apprezzamento per Marek Hamsik, ed ora vogliono sferrare l'attacco decisivo al mediano slovacco. Allegri vuole un centrocampista avanzato di tecnica, muscoli e cervello. Un giocatore giovane, ma che abbia la giusta qualità e l'esperienza anche in ambito internazionale. Il profilo corrisponde, e l'offerta è pronta. La cifra sarebbe intorno ai 30 milioni di euro. Ma da Milano vorrebbero inserire nel pacchetto almeno un giocatore di spessore per ridurre la spesa. Il nome, d'eccellenza, è quello di Antonio Cassano!

IPOTESI - Sul tavolo nomi, contratti e soldi. Nella testa le idee. De Laurentiis e Bigon devono ora valutare i due parametri. Vendere significherebbe guadagnare, ed anche poter reinvestire (i soldi sarebbero spostati sull'acquisto di Lamela). Ma la certezza di far bene non c'è, ed il rischio ricadrebbe in un'annata delicata per le sorti del Napoli, in cui il pericolo di sbagliare è già alto. D'altro canto, rifiutare vorrebbe dire continuare con il progetto in corso, ma anche trovare una rivale sul mercato (il Milan già sta provando a mettere i bastoni tra le ruote di Bigon nell'affare Lamela).

LA SCELTA DI MAREKIARO - Parte della scelta, comunque, ricade anche sulla volontà del giocatore. Hamsik ha già detto di voler restare a Napoli, essendo legato alla società, ai tifosi ed al progetto azzurro che ha sposato in tempi non sospetti e che lo vede ampiamente partecipe. D'altronde, Marekiaro è un pezzo di Napoli, in tutti i sensi!

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©