Sport / Pallavolo

Commenta Stampa

Marianna Guerriero Arzano domani in campo a Trevi


Marianna Guerriero Arzano domani in campo a Trevi
24/11/2012, 12:36

Procede a gonfie vele la stagione della Marianna Guerriero Arzano. La squadra di Antonio Piscopo ha centrato sei vittorie nelle prime sei partite della stagione. Tuttavia nonostante l’ottimo inizio di campionato la squadra è al secondo posto della classifica per colpa delle due vittorie al tie-break, costati altrettanti punti in classifica.
In particolare a bruciare sono i punti lasciati nella partita di Aversa come sottolinea il capitano Dora Sollo: “Bisogna ammettere che i due set persi le normanne sono stati del tutto meritati, anche perché la squadra avversaria ha giocato molto bene. Una giornata storta può capitare. Ma siamo sicure che questo resterà un episodio isolato, infatti non ci siamo mai scoraggiate e siamo sicure del nostro potenziale. Ci siamo rifatte immediatamente col Bari e adesso guardiamo al futuro con più ottimismo”.
Chi invece ha trascorso un mese col “cuore nello zucchero” è il libero Marianna Maggipinto convocata per le gare di qualificazione europea a Mosca dalla nazionale prejuniores.
“Finalmente dal due gennaio –dichiara- vedrò concretizzarsi il sogno di una vita. La convocazione in nazionale che mi ripaga di tutti i sacrifici fatti. Nonostante la mia giovane età, non è facile rinunciare ad uscire o alle feste per stare in palestra. Tanti sacrifici per altro alleviati dal continuo e costante supporto dei miei genitori che essendo anch’essi ex giocatori condividono in pieno quelle che sono le mie emozioni e le mie ambizioni”.
Prossimo impegno per la Marianna Guerriero Arzano è la gara contro il Trevi, formazione umbra, in programma sabato sera alle ore 18. Un impegno da non sottovalutare come sottolinea il tecnico Antonio
Piscopo: “La formazione del Trevi Perugia è una squadra da prendere con le molle. In casa sono capaci di sfoderare ottime prestazioni.
Hanno un allenatore davvero in gamba Gianpaolo Sperandio, una sicurezza per questa categoria. Bravo al punto da concedersi il lusso di allenare una giovane promessa della pallavolo italiana, ovvero la figlia di Massimo Barbolini. Il resto della squadra è il giusto mix fra giocatrici esperte e veterane”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©