Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il DG chiede ottimismo

Marino - "Quest'aria da disastro non mi piace"


Marino - 'Quest'aria da disastro non mi piace'
26/02/2009, 18:02

Uno strappo al silenzio, quello di Pierpaolo Marino. Poche battute consegnate a "Dribbling", il settimanale sportivo di RaiDue, che sabato, a poche ore da Juve-Napoli, dedicherà uno speciale alla crisi azzurra. "Non mi va quest'aria da disastro, da retrocessione che circonda il Napoli. È vero, gli ultimi risultati sono stati negativi, ma questa squadra, a parità di partite, rispetto allo scorso campionato ha cinque punti in più", ha detto il dg azzurro al microfono di Monica Matano. Insomma, da parte di Marino, la voglia di allontanare il clima nero che circonda il Napoli, ricordando un bilancio che nonostante tutto per il club resta positivo. E sabato sera Marino che Napoli s'aspetta? "Un Napoli grintoso. Un Napoli sul modello di quello che in coppa Italia inchiodò la Juve al pari e che solo ai rigori, dopo essere stato addirittura in vantaggio per due volte, cedette il passo ai bianconeri", la risposta. Grinta, dunque. Prima ancora che far riferimento ad un recupero atletico e di gioco, il dg azzurro chiede ai suoi di recuperare la voglia e la combattività d'un tempo. Armi, queste, che in coppa misero in crisi in bianconeri, soprattutto in un finale tutto azzurro. Una formazione, quella, che mancava di Maggio, Blasi, Vitale e Denis, ma che nel corso della gara vide Montervino, Bogliacino, Pazienza e Aronica più che soddisfacenti sostituti degli assenti. Grinta. Ma non solo. Sabato sera a Torino il Napoli punterà anche un po' sulla scaramanzia. Così come fu in coppa, infatti, il Napoli giocherà con la maglia azzurra nella speranza di ripetere una eccellente gara. Una curiosità. Per quel match di coppa il Napoli aveva deciso di andare in campo con la maglia blu ma cinque minuti prima dell'inizio l'arbitro, Ayroldi, impose di cambiarla perché, soprattutto in una notturna, non era marcato il contrasto con la divisa della Juve. E così il Napoli anche quella partita la giocò in azzurro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©