Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Marino:"Napoli, sceneggiata alla Mario Merola"


Marino:'Napoli, sceneggiata alla Mario Merola'
24/05/2011, 18:05

L'hanno definita 'sceneggiata napoletana'. E vista la location, Napoli per l'appunto, e i toni, molto accessi e drammatici, la definizione è più che adeguata. Prima la lite, il divorzio in vista, poi l'abbraccio finale che sancisce la pace. Almeno per il momento. De Laurentiis e Mazzarri hanno deciso di continuare insieme per la prossima stagione. Ma Pierpaolo Marino, ex dirigente del Napoli, crede che questo sia solo il primo round di un appassionante duello. "Mi sembra che abbiano fatto una gran bagarre per nulla. Abbiamo avuto l'occasione di rivivere una sceneggiata in stile Mario Merola. Non so proprio a cosa sia servito. In ogni caso mi sembra che l'ago della bilancia si sia spostato verso la società, anche perché alla fine è sempre il presidente che ha l'ultima parola". Mazzarri è l'uomo giusto per il Napoli. "Lo è per quello che ha dimostrato di saper fare, si merita di continuare sulla panchina azzurra. Certo tutto questo lo ha creato lui e ne esce bene e male allo stesso tempo. Bene perché rimane, male perché ciò gli potrebbe ritorcersi contro in campionato". Ma non è detto che sia finita qui. "A Napoli non si può mai dire che è tutto tranquillo. Diciamo che il primo round l'ha vinto De Laurentiis". Al di la della panchina il club dovrà muoversi sul mercato. "Dovranno arrivare necessariamente 4/5 giocatori di qualità, calciatori al livello di Cavani. Non si può mica andare in Champions con Ruiz e gli altri". Si parla di una cessione di Hamsik: "Dipende tutto se Marek cambia procuratore. Se rimane Venglos, Hamsik rimane, se la procura la prende Raiola, come ho letto, allora mi sembra chiaro che andrà via". Sul suo futuro Marino ha solo un desiderio: "Voglio stare sereno, continuare a fare quello che sto facendo".

Fonte: CalcioMercato.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©