Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Marolda: "Non credo a Vargas all'Udinese"


Marolda: 'Non credo a Vargas all'Udinese'
06/03/2012, 14:03

A Radio Crc è intervenuto Ciccio Marolda, giornalista del Corriere dello Sport: “I numeri dicono che il Napoli quando ha avuto il pensiero della Champions è andato meglio anche in campionato. Il Napoli in questo momento deve essere in una condizione fisica eccezionale perché in otto giorni ci saranno tre partite fondamentali tra Chelsea, Udinese e Siena in Coppa Italia. E’ vero anche che adesso il Napoli è la squadra più in forma della serie A avendo messo insieme 12 punti nelle ultime quattro partite. La stagione del Napoli sta mettendo le basi per diventare una stagione esaltante. Gli azzurri sono ancora in corsa per il terzo posto perché mancano tante partite ma qualcuno potrebbe rallentare. Gli azzurri hanno il dovere di provare ad arrivare al terzo posto ed arrivare quanto più avanti è possibile. Il Chelsea è una squadra che sta sbandando terribilmente, c’è la fila in quanto ad allenatori. Di Matteo a fine stagione potrebbe andare via e questo potrebbe non dargli la giusta forza. Stamattina i giornali inglesi hanno fatto la lista dei cattivi, ovvero quei giocatori da cacciare per cui potrebbe esserci una reazione da parte di questi grandi campioni. Credo che un calciatore costato tanto come Vargas non possa essere scaricato con tanta leggerezza. Credo che il Napoli debba avere pazienza. È stato un investimento importante per cui non credo che il Napoli possa darlo via con tanta facilità. Non credo troppo alla voce che potrebbe Vargas all’Udinese. Napoli-Cagliari è una partita difficile. Gli azzurri devono andare avanti per la propria strada. L’insidia più grande è quella tattica perché il Cagliari gioca con Conti avanti alla difesa. Un Napoli che si mette in campo in maniera appropriata, potrebbe metterla sui duelli individuali ed avere ragione”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©