Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'ATTACCO

Maroni:"I tifosi napoletani sono un problema"


Maroni:'I tifosi napoletani sono un problema'
09/06/2010, 21:06

Aumentano gli episodi di violenza negli stadi. Ad annunciare questo e la realizzazione di nuovi interventi per reprimere il fenomeno sono il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, in una conferenza stampa al Viminale insieme al capo della polizia, Antonio Manganelli. "C'è, - afferma Maroni, - un'inversione del trend che dall'omicidio Raciti in poi aveva portato ad una costante diminuzione degli incontri di calcio con feriti. Nell'ultima stagione questi ultimi sono infatti aumentati del 20% circa e ciò ci porta ad introdurre dei correttivi. E' calato il numero degli addetti agli stadi in serie A e B e questo non va bene. Nella prossima stagione presteremo particolare attenzione a questo aspetto, per assicurare che il numero degli steward sia sempre sufficiente. L'Osservatorio potrebbe anche indicare partita per partita il numero minimo di steward necessari. I tifosi hanno presi di mira gli steward e dobbiamo intervenire aumentandone, oltre al numero, la capacità di gestire l'ordine pubblico con formazione ed addestramento."
Correttivo fondamentale secondo L'altro punto fondamentale il ministro, è la Tessera del tifoso. "Sarà obbligatoria dalla prossima stagione. C'è l'impegno formale delle società di A e di B. È uno strumento utile, anche se non risolutivo, per tenere lontani dagli stadi i violenti. Ci sono resistenze da parte di chi non ha capito cosa sia e da chi lo sa bene e vuole continuare a fare quello che fa."  Nell'ultima stagione sono aumentati del 69% i poliziotti feriti in Serie A rispetto allo scorso campionato. I feriti tra i civili sono aumentati del 25,6%. Addirittura del 107% l'aumento dei feriti tra gli steward tra A e B. I denunciati sono aumentati del 48,7%, mentre gli arrestati salgono del 2,4%." Infine duro attacco del Ministro nei confronti dei tifosi partenopei. "Sono un vero e proprio problema, soprattutto quando vanno in trasferta. Negli ultimi anni sono diminuiti gli incidenti ed i feriti, bisogna continuare in questa direzione, apportando i correttivi individuati."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

19/02/2008, 16:02

MUSHARAAF, NON LASCIO