Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Maurizio Bottalico: "Dalla pista alla scuola di velocità"


Maurizio Bottalico: 'Dalla pista alla scuola di velocità'
05/12/2012, 08:49

 

Il Circuito Internazionale del Volturno ha ospitato l’ultima tappa del “Trofeo Motorsannio-Metzeler”. Tra i cordoli del tracciato di Limatola si sono sfidati, così, gli specialisti della guida di traverso. Una particolare categoria è stata creata ad hoc, per permettere a chi è avvezzo alla sola velocità di confrontarsi e divertirsi. Tra questi Maurizio Bottalico, pilota ed istruttore di guida: “La pista – dice Bottalix – di Limatola nella configurazione corta è bellissima da percorrere in sella ad una Supermoto. Per lo spettacolo che offre e per la tecnica richiesta è tra i vertici nel panorama nazionale. Se si vuol strappare il tempo, va interpretato senza sbavatura alcuna”. Guidare e Pilotare in Moto è la scuola che dall’autunno di quest’anno è riuscita a catalizzare l’attenzione di molti centauri che intendono conoscere ed oltrepassare i propri limiti, in assoluta sicurezza: “Sono – racconta Maurizio – state ad oggi tre i corsi organizzati. La risposta è stata più che positiva, con riders provenienti non solo dalla Campania, ma anche dalle regioni limitrofe. Si tratta di una scuola polivalente che permette l’accesso ai corsi a qualsiasi motociclista, da quello esperto a quello alle prime ruote che girano. L’importante è avere tanta passione ed un minimo d’età di 14 anni”. Il 7 dicembre il Circuito Internazionale del Volturno ospiterà un corso Racing della Guidare e Pilotare in Moto: “Sarà – spiega Bottalico – un appuntamento dedicato a chi ha intenzione di cimentarsi agonisticamente. Aiuterò a superare il timore, del tutto normale, che si ha prima del grande debutto nel motociclismo agonistico. Per quanto riguarda il futuro, ci saranno anche degli appuntamenti dedicati alla Supermoto, disciplina in fermento in Campania. Un plauso va a Davide Montella ed al suo gruppo, perché in poco tempo sono riusciti a creare una struttura che si sposa perfettamente sia con le moto da velocità sia con le Pit-Bike e le Supermoto. Grazie a loro i motociclisti hanno un importante punto di riferimento”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©