Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Mazzarri: "A Lavezzi non piace la tattica"


Mazzarri: 'A Lavezzi non piace la tattica'
26/09/2011, 17:09

Ecco le parole di Walter Mazzarri in conferenza stampa nel giorno della vigilia di Napoli-Villarreal: "Cercheremo sempre di esaltare i nostri pregi, che si vinca o si perda noi dobbiamo isolarci da tutto. Sappiamo quali sono le nostre qualità e i nostri difetti. Abbiamo rivisto la partita con la Fiorentina e correggeremo i nostri errori. Metteremo in campo tutto il nostro orgoglio per prevalere sul Villarreal. Garrido ha detto che siamo i più forti in Italia? E' strana come cosa. Certo, ci inorgoglisce, ma noi siamo arrivati da poco a questi livelli, mentre il Villarreal ci sta già da tempo. Dovremmo essere noi a dire certe cose su di loro. Comunque il Villarreal verrà qui a fare la sua partita, anche se le nostre avversarie al San Paolo giocano anche per il pareggio. Maggio? Forse recupera contro l'Inter, domani non ci sarà. Il calcio è strano, da qualche parte leggo che siamo in crisi e da qualche altra che siamo la squadra da battere. Si è perso il senso della realtà. Arbitri? A volte non so neanche chi è quello della partita in corso, non mi lamento e soprattutto non guardo le differenze fra gli arbitri nostrani e quelli europei. Rossi? La sua assenza è pesante, così come quella di Maggio. A noi mancheranno anche Dzemaili, Britos e Donadel. E' difficile preparare una partita ogni due giorni, cercherò di spiegare ai ragazzi quante più cose sul Villarreal. La scorsa stagione è stata da incorniciare, siamo arrivati terzi andando avanti in Europa. Con il presidente abbiamo deciso di dare priorità alla Champions anche a discapito del campionato. I tre tenori hanno dimostrato di essere più importanti di altri. E' allo stesso tempo logico che a Verona dovevo scherare Pandev. Infortuni? Ne abbiamo avuti due muscolari, gli altri sono da sintomi traumatici, episodi sfortunati. Pregio di Lavezzi? E' una persona leale. Diffetto? Non gli piace quando parlo di tattica".

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©