Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il mister alla vigilia della sfida post sosta

Mazzarri: "Dossena? senza firma tutto può accadere"


Mazzarri: 'Dossena? senza firma tutto può accadere'
05/01/2010, 13:01

CASTELVOLTURNO - Martedì di vigilia per la serie A. Domani si torna in campo e Walter Mazzarri si è accomodato come di consueto in sala stampa, concentrato sull’Atalanta e con poca voglia di pensare al mercato e alle indiscrezioni giunte dall’Inghilterra: “Non ne voglio parlare e oggi non mi sembra il caso anche perché non c'è l'ufficialità e nel mercato fino a quando non c'è la firma può accadere di tutto, inoltre domani c'è una sfida importante e non voglio distrazioni".
Chiaro e deciso, il tecnico non ammette cali di concentrazione e non vuole che le voci su eventuali arrivi e partenze complichino le cose. Il mister pensa all’Atalanta, una squadra ostica e utilizzerà l’allenamento di oggi per sciogliere tutti i dubbi: "È una partita difficilissima, dipenderà molto da come la affronteremo noi. Tornare dopo le feste dà delle incognite”.
Si pensa alla formazione, pochi dubbi anche se in difesa c’è da considerare la squalifica di Cannavaro, senza dimenticare che Contini soffre per una fascite al piede destro. “In difesa siamo tanti, ma siamo continuamente in emergenza – evidenzia Mazzarri - Contini non sta bene e oggi verificherò se è il caso di convocarlo o no".
Quella di Bergamo sarà una prova di maturità, rientrare dalle feste e continuare a non perdere sarebbe la dimostrazione di quanto questa squadra sia concentrata e pronta per il grande salto e il tecnico non ha dubbi: "Vorrei vedere un salto di qualità".
Dopo le vittorie a Firenze e a Torino, Bergamo potrebbe essere un nuovo tabù da sfatare? "Io penso all'Atalanta, al fatto che è un avversario ostico e che dobbiamo dare il massimo. Con il Chievo non lo abbiamo fatto e la partita non mi è piaciuta".
Atalanta banco dei prova anche perché è la seconda trasferta in casa di una "disperata": " Si, io le prestazioni fatte con il Catania e Chievo non le voglio rivedere. Più si va avanti e più i punti sono importanti".
Lavezzi e Datolo sono rientrati il 2, come stanno?: "Voglio chiarire che avevano un preparatore e hanno seguito il programma di Pondrelli. Lavezzi è tornato un chilo in meno e Datolo è già magro di suo".
Risolto caso Gargano, giocherà ancora di più col sorriso : "Loro devono saper scindere le cose e credo che lo facciano. E’ ovvio che i segnali della società possono dare una carica maggiore, ma quando si gioca e ci si allena il resto va dimenticato"
Si torna sul mercato, questa volta in uscita perché uno degli obiettivi principali della società è sfoltire la rosa: “Fino al 18esimo giocatore va bene. Se si può preferisco migliorare i 18".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©