Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE "REPUBBLICA"

"Mazzarri ha fatto scuola, il Cesena lo copierà"


'Mazzarri ha fatto scuola, il Cesena lo copierà'
08/09/2011, 09:09

Walter Mazzarri ha fatto scuola. La sua versione del tridente delle meraviglie ha abolito il bomber vecchio stampo. Cavani non lo è certamente: si muove su tutto il fronte e crea spazi per gli inserimenti di Hamsik e Lavezzi. In molti lo hanno imitato.
Pure Giampaolo, tecnico del Cesena, ha abbracciato la nuova moda del reparto offensivo. Il lungagnone (Bogdani) si accomoda in panchina, la scena è tutta per Eder-Mutu-Ghezzal. Parola d’ordine, nessun punto di riferimento agli avversari, proprio come farà il Napoli per un campionato intero. Pandev ha addirittura arricchito la scelta, ma la filosofia non cambia: giocatori che svariano, il calcio moderno del resto è questo e impone un atteggiamento diverso rispetto al passato. Al Manuzzi, dunque, l’impostazione sarà la stessa e dalla cintola in su si potrà ammirare un atteggiamento quasi speculare. Lo spettacolo è garantito.
Mazzarri bada anche alla sostanza e da oggi pomeriggio avrà finalmente il gruppo al completo: Fernandez e Zuniga saranno nuovamente a disposizione e così il tecnico potrà sciogliere ogni dubbio di formazione. Ieri ha accolto Maggio, De Sanctis, Hamsik, Inler e Dzemaili, rientrati nel tardo pomeriggio. Il tempo di un saluto nello spogliatoio, poi subito ad allenarsi. Qualche giro di campo per mettersi alla pari con gli altri.
La sfida con il Cesena è troppo importante e a centrocampo dovranno pensarci loro, considerando l’infortunio di Donadel e la squalifica di Gargano: «Dobbiamo conquistare i tre punti», taglia corto De Sanctis di turno intervenuto ai microfoni di radio Marte, emittente ufficiale del club: «La Champions è importante, ma io sono concentrato unicamente sull’esordio in campionato. Sarà una sfida delicata, siamo consapevoli della nostra forza, ma non per questo sottovaluteremo l’avversario».
Manchester diventerà un chiodo fisso solo da domenica: l’unica eccezione oggi pomeriggio. Sarà presentata la maglia ufficiale (con fregi personalizzati) per la competizione. A fare gli onori di casa, Aurelio De Laurentiis. Il presidente ha accolto con grande piacere l’ingresso del suo club nell’Eca, l’associazione dei club europei. L’assemblea di Ginevra ha ratificato la presenza del Napoli, in qualità di membro associato: l’obiettivo è diventare una presenza fissa per ribadire l’ambizione internazionale del club azzurro.
Ieri, intanto, visita ufficiale a Castel Volturno: è arrivato Paolo Tagliavento, arbitro internazionale per un’iniziativa concordata da Aia e Figc che coinvolge tutte le squadre di serie A.
FONTE: REPUBBLICA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©