Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL CORRIERE

Mazzarri: "Il gol di Cavani non era da annullare"


Mazzarri: 'Il gol di Cavani non era da annullare'
19/12/2011, 12:12

Ci tiene a precisare un punto: la prestazione del Napoli è stata all'altezza della situazione al cospetto di una buona Roma. Mazzarri non vuole sentire rivolgere critiche ai suoi tantomento processare un reparto o singoli calciatori. In sala stampa arriva fin troppo determinato e deciso a difendere i suoi: «Abbiamo fatto una grande partita, creando tante occasioni da gol. Purtroppo è stata una gara nata storta. Non siamo riusciti a metterla dentro, trovando dall'altra parte un palo e tante parate del portiere. Un po' come successe con la Lazio, se ricordate. Per non parlare di qualche svista arbitrale».

GOL ANNULLATO - Il tecnico del Napoli prosegue: «Secondo me non era da annullare il gol di Cavani. Non c'era alcun fallo in quell'azione. Ma può succedere. A volte va a nostro favore, altre contro. Ma ci avessero convalidato quella rete sarebbe andata diversamente. Rispetto ad altre gare abbiamo guadagnato fondo campo diverse volte. E rispetto alla stessaRoma abbiamo fatto persino più possesso palla. Sono gare che nascono così e non ci possiamo fare nulla. Resta l'amaro in bocca per il risultato ma in quanto alla prestazione sono più che soddisfatto. E non mi venite a parlare di disattenzioni difensive: abbiamo subito due gol con deviazioni nostre e poi nel finale era logico che si concedeva qualcosa all'avversario nel tentativo di rimonta».

RIPARTIRE - Mazzarri, appare comunqe nervoso. Una sconfitta difficile da digerire, evidentemente, proprio perché scaturita da una buona prestazione. Il Napoli durante la sua gestione aveva subito raramente tre gol al San Paolo. Ma il tecnico toscano vorrebbe mettersi presto alle spalle questa partita perché mercoledì bisognerà tornare di nuovo in campo: «Chiedete ai ragazzi cosa ho detto loro nello spogliatoio. Li ho avvicinati uno per uno e gli ho dato una pacca sulle spalle. Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare pur avendo subito un gol a freddo da tagliare le gambe a chiunque. Poi abbiamo sciupato ripetutamente l'opportunità del pareggio: con Hamsik, con il palo di Lavezzi, con un tentativo di Maggio. Cos'altro avremmo dovuto fare di più. Nella ripresa ci è andata di nuovo male ed io ai ragazzi ho veramente poco da dire. Domani (oggi, ndr) ci vediamo e cominceremo a pensare con il Genoa. Ormai questa è andata. E per quanto riguarda l'obiettivo finale del campionato io non mi sono mai espresso. Vogliamo cercare di ottenere il massimo sempre ma bisogna fare i conti con tante situazioni, conl'imponderabile e con la sfortuna che ci sta perseguitando al San Paolo. Dovremo farlo benedire».

LAVEZZI KO - Mazzarri sembra preoccupato delle condizioni di Lavezzi: «Non gli ho ancora parlato ma ha avuto un problema muscolare ed ha chiesto di uscire. Domani valuteremo con calma» Il tecnico del Napoli ha apprezzato il commento di Luis Enrique: «Lui è uno che mi piace perché analizza sempre con onestà le partite. Concordo in pieno con lui quando dice di aver visto un buon Napoli».
E poi la mente torna di nuovo su quell'episodio del gol annullato. Lui ed i suoi collaboratoti hanno visto e rivisto quell'azione e non riescono a darsi pace negli spogliatoio: «Si fosse messa sull'uno a uno la partita probabilmente sarebbe finita diversamente.Ma ora è il caso di pensare al Genova e di archiviare questa gara che si è visto che era stregata fin dalle battute iniziali. Noi abbiamo sofferto sul piano tattico solo nei primissimi minuti, poi ci siamo sistemati in campo e le cose sono andate diversamente. Stekenlenburg è stato bravissimo a farsi trovare sempre sul primo palo sui cross di Maggio. Ed il resto l'ha fatto la sorte che stasera ci ha voluto girare del tutto le spalle». Ed anche il pubblico di Napoli l'ha recepito, incoraggiando i giocatori al termine della gara. 

FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©