Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA CONFERENZA STAMPA

Mazzarri: "La Roma? Evitiamo che si entusiasmi"


Mazzarri: 'La Roma? Evitiamo che si entusiasmi'
27/04/2012, 12:04

Walter Mazzarri compatta il Napoli alla vigilia della sfida con la Roma. La partita è molto importante e delicata perché in ballo c'è la rincorsa alla Lazio e al terzo posto che vale i preliminari di Champions League nella prossima stagione. In casa dei giallorossi c'è aria di contestazione ma il tecnico toscano non si fida delle difficoltà dei romanisti:
Luis simpatico - "Da fuori posso solo valutare superficialmente - ha detto in confereza stampa - Luis Enrique è uno serio che mi sta simpatico. Da allenatore non metto bocca perché non sono a conoscenza dei problemi che hanno in spogliatoio. Il clima di contestazione potrà essere un vantaggio o uno svantaggio, dipenderà da noi. Certo sarà importante non dare loro fiducia o entusiasmo essendo loro una squadra con dei valori".
Torna Lavezzi  - Tra gli azzurri c'è Lavezzi al rientro ma il modulo con Inler-Dzemaili-Gargano sembra quello preferito da Mazzarri: "Le squadre che vogliono stare bene devono avere tutti i componenti che corrorno e stanno bene fisicamente. Dzemaili mi fa la fase difensiva al massimo, il nostro modo di giocare non cambia, avrei potuto far giocare anche Dossena, la squadra ultimamente si è avvalsa di questo lavoro. I giocatori con più qualità beneficiano dell'equilibrio di squadra. Lavezzi si è allenato dopo molto tempo, lo valuterò".
Scadimenti di forma - Il calendario per Mazzarri è solo un insieme di date da non guardare: "Io non guardo mai al risultato degli altri. Il mio obiettivo è sempre stato migliorare i giocatori a disposizione. Alla fine tireremo i bilanci, questa annata va valutata nel complesso considerate anche le partecipazioni in Champions e Coppa Italia. Ora non voglio parlare di calendario e dei risultati degli altri, noi pensiamo a fare il massimo. Spero di vedere in campo tutto quello che ci siamo detti coi ragazzi in questi giorni". Un giudizio sui cedimenti in stagione? "Ci sono stati infortuni, un po' di scadimenti di forma, un po' di eccesso di fiducia contro il Chelsea, forse pensavamo di avercela già fatta dopo l'andata. Purtroppo non siamo allenati a vivere certe situazioni e se possiamo dire di essere stati bravi è stato nel far durare il meno possibile il periodo negativo".
FONTE: GAZZETTA.IT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©