Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

CONFERENZA STAMPA

Mazzarri: "Sono preoccupato per Inler"


Mazzarri: 'Sono preoccupato per Inler'
28/11/2011, 15:11

''Quella di domani non e' la gara della vita ma una tappa importante''. Cosi' il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, alla vigilia della sfida contro la Juventus. ''Spero che la giusta pressione e la voglia che i ragazzi hanno - ha proseguito - la sappiano convogliare nel modo giusto. C'e' bisogno di attenzione e concentrazione e poi ricordiamo che e' una gara di calcio e bisogna giocarla al meglio. Io e il mio staff in un allenamento cercheremo di dare quanti piu' imput possibili alla squadra''. ''Conte so che ci stima - ha osservato - che ci ha guardato molto, specialmente lo scorso anno, e credo che un poco ci abbiano copiato soprattutto nella fase passiva. Ho visto che ci somigliano quando facciamo le cose al meglio. Noi dobbiamo essere bravi a non fare leggerezze sul loro pressing. Loro hanno giocatori bravi a farci male sulle ripartenze - ha aggiunto il mister partenopeo che domani quasi certamente dovra' ancora fare a meno di Inler -. ''Sono sicuro - ha detto Mazzarri - che la Juve ci rispetta. Sono primi meritatamente. Non e' casuale che loro all'undicesima partita abbiano avuto continuita' di risultato, cosa che poi accadde a noi quando arrivai e collezionammo 15 risultati consecutivi. Giocare ogni due giorni e' difficile''. Poche quarantotto ore per recuperare al meglio: ''Da Bergamo siamo rientrati in nottata - ha sottolineato Mazzarri - e la mattina siamo tornati ad allenarci. Poi, si puo' dire che neanche abbiamo avuto tempo di disfare la valigia che siamo nuovamente in ritiro. Per noi oggi e' la quarta partita consecutiva giocata a distanza di due giorni: questo vuol dire fare le coppe. Conte lo stimo, mi sembra una persona vera che dice le cose che pensa. Lui e' preoccupato perche' per la prima volta deve preparare una gara con un solo allenamento? Io lo faccio da due anni e mezzo". Inler? "Sono preoccupato, non so se ce la farà domani. Per noi sarebbe una perdita pesante. Dzemaili? Va sostenuto, Napoli è una città che ti mette pressione, non bisogna fischiare ai primi errori". (ANSA).

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©