Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

RASSEGNA STAMPA

Mazzarri: "Spero che il Pocho aiuti il Napoli"


Mazzarri: 'Spero che il Pocho aiuti il Napoli'
13/05/2012, 11:05

Più che tifare, stasera, guferanno i tifosi napoletani. Perché nulla potrà dipendere dalla loro volontà. Lo sforzo maggiore da compiere sarà quello d’incitare la propria squadra che dovrà battere il Siena e sperare nella sconfitta dell’Udinese, la vera antagonista di questo finale. C’è il terzo posto in gioco e, dunque, la qualificazione alla prossima Champions League. E la questione riguarda loro due oltre la Lazio che entrerebbe in competizione solo se i friulani dovessero soccombere a Catania.

Notte di ansie Tutto in una notte, dunque, per il Napoli. Anche se resta ancora la finale di coppa Italia di domenica prossima prima di chiudere definitivamente questa stagione. «Si,ma non voglio distrazioni. Il nostro primo pensiero dovrà essere quello di battere il Siena. Se dovessimo pensare alla Juve, allora rischieremmo di fare brutta figura. Per noi sarebbe importante anche arrivare quarti. Il destino non è nelle nostre mani, ma sono certo che sugli altri campi si combatterà come sempre è accaduto quest’anno, abbiamo visto cosa ha fatto il Bologna con noi. Il Catania in casa ha messo sotto tutte le grandi, compreso il Napoli. Se loro giocano come sanno, potranno ottenere qualsiasi risultato, ma tutto salterebbe se noi non battessimo il Siena e poi c’è da considerare l’altra partita, la sfida Lazio-Inter », ammonisce Walter Mazzarri.

Bilancio positivo L’epilogo di questo torneo è ricco di aspettative ed attese, ovviamente. Ma per l’allenatore napoletano tutto non può racchiudersi nell’esito dell’ultima notte di campionato. «La nostra stagione va valutata globalmente, tenendo conto della Champions League e della Coppa Italia che ci hanno tolto non pochi punti in campionato. Gli impegni internazionali richiedono un dispendio energie fisiche e mentali. Non eravamo abituati a giocare tanto, quella di domani (oggi ndr.) sarà la 50ª partita stagionale. A Bologna, ad esempio, nel secondo tempo eravamo svuotati. La crescita promessa ad inizio stagione, comunque, c’è stata», osserva Mazzarri.

Ultima Lavezzi Potrebbe essere l’ultima partita di Ezequiel Lavezzi al San Paolo, quella di stasera. L’attaccante argentino è al centro di alcune trattative che Aurelio De Laurentiis sta valutando. Intanto, il Pocho ritornerà titolare per sostituire lo squalificato Cavani, dopo quattro gare vissute in panchina. «Non ho mai visto Lavezzi allenarsi così bene comein questa settimana—dice il tecnico —. Spero ci possa aiutare a battere il Siena, a prescindere da tutte le chiacchiere che girano e delle quali non parlo con i giocatori. Io sono a loro disposizione 24 ore al giorno, ma giuro che non so niente di queste voci di mercato ». Bisognerà attendere la finale di coppa Italia prima di affrontare qualsiasi tipo di argomento. «Di mercato si parlerà dopo la finale, in base agli obiettivi che ci prefiggeremo. Io ho un contratto fino al 2013 e voglio rispettarlo, poi ci sono alcune valutazioni che farò con la società. La garanzia per i tifosi è che io parlerò chiaro con loro come ho sempre fatto ».

FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT
 

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©