Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA SIMONI

"Mazzarri sta passando dalla parte del torto"


'Mazzarri sta passando dalla parte del torto'
12/05/2011, 13:05

A Radio Crc è intervenuto Gigi Simoni, ex allenatore del Napoli, attuale Direttore Tecnico del Gubbio:
“Domenica sera guarderò in tv una partita che per me significa tanto. Sono amarezze che però vengono superate dal fatto che ho potuto allenare due squadre del genere, che per un allenatore sono il massimo. A Napoli che c’è tanto entusiasmo, mi sono trovato benissimo. Nell’Inter invece ho fatto la mia parte, abbiamo vinto una Coppa Uefa, siamo andati vicini anche a vincere il campionato. Sono state entrambe prove che mi hanno gratificato, sono stato contento al di là di come è finita. Nel Napoli oggi si sta verificando un po’ quello che accadde con me quando allenavo il Napoli. Dissi a Ferlaino che avrei preferito guadagnare di meno, avere una squadra anche con calciatori inferiori a patto che avessi avuto due anni di contratto. Lui disse che non aveva l’abitudine di fare contratti per due anni, anche se questo non era vero perché altre volte l’aveva fatto, poi quando perdemmo la domenica dopo con l’Atalanta 1-0 in casa, mi mandò via. La questione De Laurentiis-Mazzarri è una questione antipatica. Il presidente ha visto giusto prendendo Mazzarri che è un bravo allenatore. De Laurentiis credo abbia dimostrato che gradualmente ha costruito una bella squadra. Ora il merito sarà di Mazzarri che ha lavorato bene, ma il contratto va onorato. Il Napoli è una squadra che può fare qualsiasi risultato. Ognuno deve scegliere ciò che vuole, ma quando si dà la propria parola si passa e non la si mantiene si passa dalla parte del torto. Sono simpatizzante Napoli e il fatto che ci sia la convinzione di un allenatore che ha fatto bene sarebbe una grande garanzia. Mazzarri è libero di fare ciò che vuole, ma nel momento in cui firmi il contratto devi essere serio e il tecnico livornese lo ha dimostrato più volte. Se fissi un programma e si va avanti bene perché lasciare Napoli? Con me c’era un progetto sul quale si poteva investire e crescere, ma cambiare un allenatore crea sempre un disagio ed anche chi va via può trovare di peggio. Mazzarri è ambizioso, crede nelle sue potenzialità, ma in questa situazione dovrebbe dare delle spiegazioni più logiche. La società ha indovinato a prenderlo, ma lo sta mettendo in una bellissima vetrina e lo sta facendo crescere. Mazzarri ha una bella squadra, che ha una logica di gioco e questo vuol dire che ha lavorato bene e che ha giocatori all’altezza di far bene. Magari in altri club ci sono calciatori che danno la garanzie di risultati, il Napoli invece è un bel gruppo. Per ciò che concerne gli errori arbitrali, ogni domenica c’è qualche club che si lamenta, ma gli errori arbitrali alla fine del campionato credo che si compensino. Il Napoli quest’anno ha giocato benissimo e io mi sono divertito molto a guardarlo. Le altre squadre invece mi hanno divertito meno, e tra queste inserisco anche il Milan che ha vissuto un po’ sul momento di Ibrahimovic, un po’ su quello di Pato. Anche l’Udinese ha espresso una bella qualità di gioco, ma il Napoli è la squadra che mi ha entusiasmata di più. I napoletani con la squadra che hanno non devono essere preoccupati di nulla e agguantare la Champions senza preliminari è un obiettivo alla portata del Napoli”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©