Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il tecnico prepara la gara con la Juventus

Mazzarri svela la formazione di domani


Mazzarri svela la formazione di domani
12/01/2010, 13:01

CASTELVOLTURNO - “In linea di massima la formazione dovrebbe essere Iezzo in porta; Campagnaro, Rinaudo e Contini in difesa; Zuniga, Cigarini, Gargano, Dossena o Aronica; Hoffer, Denis e Datolo in attacco". Lo conferma Walter Mazzarri nel corso della conferenza stampa di quest’oggi a Castelvolturno il giorno della vigilia di Juventus-Napoli. La sfida di Coppa Italia è importante e, anche se il calendario non concede tempo per riposare e godersi i risultati ottenuti, la concentrazione deve rimanere alta e la voglia di vincere tanta.
Nessun volo d’entusiasmo, però, anche se la classifica racconta di 33 punti e terzo posto “Io vado avanti così, i conti si fnano alla fine", ha sottolineato Mazzarri confermando il suo motto di giocare partita per partita come fosse una finale.
Una ringraziamento anche a De Laurentiis “per le belle parole che mi ha riservato. Io penso alla squadra 24 ore su 24, ma ammetto i miei errori. Un allenatore non si valuta sul momento, ma per come gestisce il gruppo".
La sfida con la Juventus sarà affascinante e particolare: gli azzurri si troveranno di fronte una squadra ferita nell’orgoglio e con la voglia di rifarsi, anche se non sembra in grado di uscire dal pantano in cui è rimasta incastrata.
"Sarà una sfida affascinante, come sempre, quella con la Juventus – conferma il tecnico - Ce la metteremo tutta. Con la Sampdoria ci siamo impegnati tanto. Molto dipenderà da noi: l'ho detto ai miei ragazzi. Dobbiamo essere sempre al top: solo così possiamo giocarcela con tutti".
L’euforia in città è tanta, anche se tutti continuano a dire che bisogna restare con i piedi per terra non sembra semplice e la Champions si sogna. Bisogna sfruttare le ali di questo entusiasmo, senza farsi distrarre.
“Basta che non ci dimentichiamo mai di avere la giusta paura – sottolinea Mazzarri - Non dobbiamo sentirci bravi. Serve sempre l'umiltà per fare sempre meglio. Bisogna lasciar stare gli elogi. Sono tranquillo. Ho l'esperienza giusta e la maturita' giusta. Conosco le insidie di questo campionato".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©