Sport / Calcio

Commenta Stampa

CONFERENZA STAMPA

Mazzarri:"Marcature decisive, Quagliarella tonico"


Mazzarri:'Marcature decisive, Quagliarella tonico'
20/03/2010, 13:03

Alla vigilia dell'importantissima partita del Meazza, l'allenatore del Napoli, Walter Mazzarri, ha tenuto la consueta conferenza stampa, toccando vari punti importanti e mostrando rispetto per l'avversario, ma fiducia per la partita. Queste le sue parole pronunciate attraverso i microfoni di Marte Sport Live: "E' stata una buona settimana di allenamenti, sono state fatte le cose nel modo migliore possibile. Siamo fiduciosi. Ci sono mancati i risultati soprattutto in casa e sappiamo che nel campionato italiano è importante far bene tra le mura amiche. Probabilmente finora abbiamo fatto meglio in trasferta, perdendo solo due partite. Anche il pareggio di Siena, tanto criticato, è un buon risultato.
Io porto avanti dei meccanismi di gioco da quando ho iniziato a lavorare. Quando la mia squadra è in possesso palla abbiamo una certa fisionomia che cambia a seconda dell'avversario in fase di non possesso.
Lippi? Mi ha fatto molto piacere la sua visita, ci ha fatto dei bei complimenti, ci ha detto che secondo lui questa squadra ha un'anima, i momenti negativi ci sono, ma ha ribadito che siamo una vera squadra. E' stato bello, mi aiuterà a convincere i ragazzi che possono fare sempre bene.
Abbiamo dieci finali, a partire da domani, giocheremo per noi stessi e scenderemo in campo senza guardare gli spalti, come ho detto ai miei calciatori, dobbiamo solo guardare il rettangolo di gioco. Presseremo, ci difenderemo e tenteremo di far male sulle ripartenze. Affrontiamo il Milan nel momento peggiore, loro sono euforici, sono carichi, il fattore campo ha un'incidenza importante, hanno tutto dalla loro parte. Ma se rimaniamo concentrati possiamo mettere in difficoltà qualsiasi squadra. Quagliarella? L'ho visto bene, in crescita anche atleticamente, avrà un buono stato di forma. Dobbiamo lasciare i giusti spazi agli attaccanti, dobbiamo cercare la fantasia dei nostri uomini, anche se i movimenti sono importanti.
Se una squadra forte viene aggredita, viene mesa in difficoltà, noi abbiamo dei meccanismi che vengono espressi meglio in velocità, siamo una squadra aggressiva.
Ogni giocatore può essere adattato anche a seconda del giocatore che ha di fronte, saranno importantissime le marcature"

Commenta Stampa
di Pensiero Azzurro
Riproduzione riservata ©