Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

I retroscena

Mazzoni: "Lavezzi nostalgico di Napoli, Campagnaro vicino al rinnovo. Vargas? Diamogli tempo"


Mazzoni: 'Lavezzi nostalgico di Napoli, Campagnaro vicino al rinnovo. Vargas? Diamogli tempo'
01/08/2012, 14:18

A Radio Crc è intervenuto Alejandro Mazzoni, procuratore di Lavezzi, Campagnaro e Vargas: “Campagnaro? Vicino al rinnovo. Vargas ha bisogno di fiducia. Lavezzi nostalgico di Napoli”

“Sono all’aeroporto di Parigi e prenderò a minuti l’aereo per Napoli perché stasera sarò al San Paolo. La squadra azzurra non ha cambiato tanto per cui ha un’entità di gioco ben precisa e i calciatori si conoscono bene tra di loro. Gli ultimi due anni del Napoli sono stati importanti e credo che quello che verrà potrà esserlo altrettanto. Il Pocho ha molta nostalgia di Napoli perché questa città è stata una parte importante della sua vita. Ieri sera, per esempio, abbiamo cenato in un ristorante dal nome “Positano”. Il Pocho è ancora legato a Napoli e sente spesso i suoi amici che vivono in città. Il futuro di Campagnaro? Hugo sta benissimo al Napoli, è ben voluto dalla piazza e credo sia un giocatore importante per la squadra di Mazzarri. Molto dipenderà dal club perché c’è da capire cosa vuole fare la società. Sto trattando con il Napoli circa la possibilità di un rinnovo contrattuale perché alla fine della prossima stagione scadrà il suo contratto. Non ci sono però problemi o ostacoli per il rinnovo di Campagnaro. Ogni stagione ha una storia a sé, Campagnaro ha 32 anni e vuole giocare a livelli importanti negli ultimi anni della sua carriera. Ogni tanto accade che le intenzioni della società sono combaciano con quelle del calciatore. Se l’anno prossimo il Napoli vorrà ancora Campagnaro nella prima squadra, allora non ci saranno problemi e rinnoveremo. Credo che ogni giovane debba prendere esempio da Hugo. Vargas in prestito? Credo che sarebbe un errore mandarlo a giocare altrove. L’ho visto giocare tanto ed ha una qualità unica, una velocità incredibile e vede bene la porta. Fino ad oggi Vargas non è riuscito a dimostrare il suo valore ma capisco che a Napoli non è semplice farlo. Dire che Vargas è una delusione non credo sia corretto anche perché oltre alla qualità è necessario che un calciatore abbia fiducia in sé stesso e credo che Edu abbia bisogno proprio di recuperare un po’ di questa fiducia. A Napoli basta poco per essere considerato un eroe ma altrettanto poco per non essere considerato un buon giocatore. Insigne, per esempio, mi sembra un ragazzo straordinario e un calciatore di valore importante e sono bastate due amichevoli per elevarlo ad eroe . Credo che se Vargas segnerà un paio di gol, cambierà tutto. Il Napoli ha mota fiducia in Vargas anche perché prima di prenderlo, lo ha seguito per un anno intero. Il problema è che giocano sempre i calciatori già bravi ma per diventare bravi, è necessario avere tempo per poter giocare e sbagliare pure. Lavezzi e Ibrahimovic credo che compongano una coppia d’attacco pazzesca. Oggi, il Psg, ha fatto una squadra molto importante. Il Pocho sta benissimo a Parigi e darà il suo contributo alla squadra parigina. Un ritorno a Napoli? Sicuramente è un’alternativa da prendere in considerazione per il futuro del Pocho però il Napoli adesso deve pensare a diventare forte anche senza Lavezzi mentre il Pocho deve pensare a fare bene a Parigi. Quello che è successo tra Napoli e Lavezzi è stato forte e non si può dimenticare”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©