Sport / Vari

Commenta Stampa

MELANDRI: TEAM PRIVATO KAWASAKI O FERMO UN ANNO


MELANDRI: TEAM PRIVATO KAWASAKI  O FERMO UN ANNO
20/01/2009, 21:01

Dopo un anno difficilissimo in sella alla Ducati Desmosedici GP8, Marco Melandri guardava al 2009 con ottimismo e tanta, tantissima voglia di riscatto. Una nuova moto, un team preparato e quella fame di vittorie che spesso fa la differenza. E invece…

“L’anno è cominciato male ed è finito peggio” - ha dichiara il centauro ravennate - “Una mattina ho acceso il cellulare mentre ero in vacanza e un sms del mio manager Andrea Vergani mi ha informato che la Kawasaki era uscita dalla MotoGP. Ho sentito confusione, rabbia, scoramento alternato a voglia di lottare”.

Una vicenda che potrebbe chiudersi a giorni con Melandri e Hopkins in sella ad una ZX-RR anche se non ufficiale: “Aspetto una telefonata dell’ex team manager Kawasaki Michael Bartholemy che ci dirà se è disposto a correre con le moto 2009 in un team privato. Il 31 gennaio dovrebbe arrivare una proposta dalla Kawasaki: dovrebbero dirmi se avrò tutto il mio ingaggio, una buonuscita o nulla. Mi auguro che la proposta non sia di andare a lavorare in Giappone in negozio”.

“Di sicuro in questo momento non mi sento un pilota Kawasaki. Ho il coltello dalla parte della lama, sono all’oscuro di tutto, non so come sono andati gli ultimi test, in questa situazione non posso fare altro che aspettare”.

Qualche tempo fa, un colloquio con Fausto Gresini per valutare la fattibilità di un rientro di Marco nel suo vecchio team Honda: “Mi sono informato con loro dopo aver letto della cosa con la stampa, ma non ci sono i mezzi per mettere in piedi un’altra moto. Quel che è certo è che non mi adeguerò a correre con una moto meno competitiva né penso per ora ad altre competizioni come la Superbike. Piuttosto sto fermo un giro e rientro nel 2010. Magari nel frattempo vado all’Isola dei famosi…”.

Commenta Stampa
di Fabrizio Pirone
Riproduzione riservata ©