Sport / Calcio

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL CDS

Mercato Napoli, ecco perché può esserci il botto


Mercato Napoli, ecco perché può esserci il botto
27/06/2012, 12:06

Risolte le comproprietà, definita l’organizzazione logistica per il ritiro estivo, completato l’accordo con il Psg per la cessione di Lavezzi, il Napoli è pronto per passare alla fase-tre, quella inerente il calcio-mercato, in entrata come in uscita. Il riscatto di Pandev ed il rientro di Insigne erano interventi già programmati da tempo per cui sono stati risolti in un batter d’occhio.
Da ieri, invece, De Laurentiis ed il suo entourage tecnico (con Bigon in testa) entrano con determinazione su quegli obiettivi già individuati ed eventualmente cominciare le prime trattative. Disco verde, quindi, per quanto concerne gli acquisti che a questo punto andranno a gravare sul prossimo bilancio d’esercizio, non su quello che sta per chiudersi al 30 giugno (peraltro già in attivo potendo contabilizzare anche le plusvalenze della Champions).
E da luglio in poi, con l’introito della cessione di Lavezzi ed altri attivi certi (diritti tv, sponsor ed altro), il Napoli sarà in grado di presentarsi sul mercato con un potere di spesa di non poco conto. Ecco perché non è da escludere un «botto» entro il 31 agosto; ed ecco perché calciatori che sembrano inarrivabili (Ramirez, Jovetic, Armero) tra un mese potrebbero non esserlo più. Occorre solo tempo e pazienza. Nonché discrezione. De Laurentiis ormai sa il fatto suo e le operazioni inerenti a Cavani ed Inler, lo testimoniano ampiamente: investimenti oculati, peraltro con pagamenti dilazionati, ed ingaggi contenuti.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©