Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il problema di Rossi sarebbe solo l'ingaggio

Mercato Napoli: le idee per l'attacco


Mercato Napoli: le idee per l'attacco
21/01/2010, 19:01

NAPOLI - Mercato in fermento, in particolare da quando Lavezzi si è infortunato e Mazzarri ha definitivamente scoperto di non poter fare affidamento su Hoffer. Napoli senza neanche Quagliarella a Livorno e la lista di possibili arrivi non è breve.
Le idee sono diverse: da un lato ci sono giocatori di esperienza ma pronti a fare anche la panchina come Foggia e Mascara; dall’altro giovani come Sanchez (che però conosce bene il nostro campionato) e Mchedlidze. Le ipotesi non sono finite qui perché è scattata anche l’idea rientri: tra i possibili ritorni ci sarebbe quello di Zalayeta.
Insomma tanti nomi, anche se il più illustre e il più convincente anche per gli obiettivi futuri del Napoli resta quello di Giuseppe Rossi. Il giocatore sembra intenzionato a rientrare in Italia dopo la sua avventura al Villareal. Il suo procuratore lo ha accostato anche al Napoli, evidenziando come il progetto De Laurentiis e la forza economica del patron azzurro, siano in grado di arrivare al giocatore.
Il problema, forse, potrebbe essere quello dell’ingaggio. Rossi, infatti, guadagna poco meno di Quagliarella.
1,9 milioni di euro, quindi, per garantirsi l’arrivo del campione anche se questo tipo di stipendio non sarebbe troppo in linea con la filosofia del patorn azzurro, anche se nell’ultimo periodo si è visto molto più propenso ad aumentare le cifre in base a quanto i giocatori danno sul campo. Non a caso è giunto l’adeguamento per Gargano e Lavezzi e se si dovesse pensare ad un rossi e all’Europa che conta far crescere un pò il tetto degli stipendi non sarebbe complicato, anche se il presidente sarà sempre attento a non varcare alcuni limiti.
Sforzi, quindi, che De Laurentiis potrebbe anche fare per fare quel fatidico salto di qualità per l’Europa.
L’atleta ha ancora tre anni di contratto con la squadra spagnola, ma sta cercando nuovi stimoli.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©