Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

E' GIUNTO PRIMA A 200 GOL

Messi brucia le tappe: battuto Maradona!


Messi brucia le tappe: battuto Maradona!
03/11/2011, 11:11

I numeri non raccontano tutto, ma aiutano a comprendere il significato di una storia. Lionel Messi, a 24 anni, tocca quota 200 gol con la maglia del Barcellona e si toglie piccole e grandi soddisfazioni: ad esempio, quella di aver raggiunto il traguardo in anticipo rispetto al mito e maestro Diego Armando Maradona. Messi ha siglato la rete 200 a 24 anni e 186; Maradona lo fece a 24 anni e 333 giorni. Altra gioia: Leo è il più giovane calciatore ad avere toccato quota 40 gol in Champions, superato Raul (25 anni e 258 giorni). Basta per alzare le braccia al cielo e godersi il momento della gloria che, a dir la verità, dura da quando la Pulce ha cominciato a dare calci al pallone.
Velocità — Di Messi, è ovvio, impressionano le qualità tecniche. Prendiamo il terzo gol contro il Viktoria Plzen: la Pulce parte dalla trequarti, settore destro. Si accentra, va via che è una scheggia, riceve un assist di tacco da Piquè (un difensore, che meraviglia!), e va a concludere di precisione dal settore sinistro dell'area dopo aver saltato il portiere. Nell'azione ci sono: 1) tecnica raffinatissima; 2) potenza atletica; 3) visione di gioco; 4) freddezza vicino alla porta avversaria. Ciò che gli altri calciatori (tutti, nessuno escluso) fanno a sessanta-settanta all'ora, lui lo fa ai cento. Non c'è avversario che riesca a stargli dietro.     
Tranquillità— La cosa che dimostra la grandezza di Messi è la continuità. D'accordo i dribbling, i numeri, i ghirigori, i tiri, i lanci, le aperture illuminanti, ma ciò che resta nella mente è l'impressionante serie di gol. I compagni del Barcellona sono tranquilli: stando alle statistiche, quando scendono in campo sono già sull'1-0. Messi, infatti, con Guardiola in panchina, ha la media di un gol ogni 90 minuti. Con lui il pallone non è solo in banca, ma già in rete (in quella avversaria, sia ben chiaro).
Aumento — In Champions League Leo sta incantando. I 5 gol sono frutto di 32 tiri verso la porta: 15 nello specchio e 17 fuori (sempre di poco, però...). Ciò significa che Messi realizza una rete ogni 6 tiri. Addirittura in Europa la sua supermedia aumenta: 5 centri in 4 partite significano 1 gol ogni 72 minuti. Nemmeno Maradona, calcolatrice alla mano, ha raggiunto simili vette.
FONTE: GAZZETTA.IT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©