Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Messi: "Pallone d'oro? Non voterei mai per me stesso"


Messi: 'Pallone d'oro? Non voterei mai per me stesso'
22/11/2012, 17:34

''Sarei davvero felice se il Pallone d'Oro lo vincesse uno dei miei compagni del Barca, perche' se lo meriterebbero. Senza il loro aiuto, non avrei certo segnato tanti gol. E poi per il Pallone d'oro non voterei mai per me stesso''. Approfittando del giorno libero concessogli dal Barcellona, Leo Messi ha partecipato a un evento in cui ha ricevuto un assegno da 190mila euro per la sua fondazione passatogli da Ea Sports: si tratta di quanto incassato dai download generati dall'argentino, che poi, secondo quanto riporta l'edizione online del quotidiano 'Mundo Deportivo' di Barcellona, si e' concesso ai reporter presenti per fare sfoggio della consueta modestia. Quindi, e' stato chiesto a Messi, visto che e' l'attuale capitano dell'Argentina, a chi ha dato le sue preferenze? ''Confermo di aver votato per i giocatori che avevo indicato in precedenza'', ha risposto riferendosi a una precedenza intervista in cui aveva parlato di Xavi, Iniesta e Aguero. ''Non voterei mai per me stesso'', ha aggiunto. Ma quali sono gli obiettivi professionali di Messi? ''Di migliorare e tentare di vincere di nuovo tutto cio' che abbiamo gia' conquistato - ha risposto l'argentino -. In particolare vorrei rivincere la Champions, e' l'obiettivo principale. Sappiamo che e' un traguardo difficile da raggiungere, perche' ci sono tante ottime squadre che hanno lo stesso nostro proposito, ma lavoreremo per farcela''. Di sicuro Leo ha per il calcio lo stesso amore di sempre: ''mi piace allenarmi, mi piace giocare e adoro vincere. E' stato sempre cosi', fin da quando ero piccolo''. Inevitabile la domanda sull'eterno confronto tra lui e Cristiano Ronaldo. ''Non gioco contro di lui - ha spiegato Messi -, e non penso che lui giochi contro di me. Siete voi giornalisti ad alimentare questa competizione, a paragonare numeri e statistiche. Io penso solo a dare il meglio per la mia squadra e la mia nazionale''. Il fenomeno che 'rischia' di affiancare Pele' e Maradona nell'Olimpo dei migliori di sempre ha voluto anche sottolineare che ''in Champions siamo gia' qualificati, ma non per questo rinunceremo a battere il Benfica''. Poi una battuta sul suo contratto con il Barcellona: ''il mio contratto non mi preoccupa, non ci sono problemi, come ho ripetuto in varie occasioni. Ho chiaro in mente cio' che voglio (rimanere ndr) e non ci sara' alcun impedimento''.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©