Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Milan - Napoli, la partita alla lavagna


Milan - Napoli, la partita alla lavagna
04/02/2012, 21:02

Tornare a vincere. E' questo l'obiettivo comune di Milan e Napoli, le due deluse dell'ultima giornata di campionato.
Allegri schiera i suoi con un 4-3-1-2 con Seedorf dietro le due punte Ibrahimovic e Robinho. L'arma in più dei rossoneri è di certo la loro caratura tecnica. Il Milan infatti è squadra dai piedi buoni che ama far girare palla e non alzare i ritmi del gioco. Cercare di metterla sul piano tecnico sarebbe un errore enorme da parte degli azzurri che danno il meglio invece quando i ritmi sono alti e possono correre negli spazi lasciati dagli avversari. L'uomo più pericoloso è senza dubbio Ibrahimovic. Lo svedese è uno di quelli che fanno la differenza e i suoi compagni, ma anche gli avversari, lo sanno bene. Tentare di metterla con lui sul piano fisico sarebbe sbagliato, Ibra è molto potente ma anche tecnicamente molto dotato, uno capace di creare una giocata decisiva oppure di aprire spazi impensabili per i suoi compagni di squadra. Mentre lo svedese preferisce ricevere palla suoi piedi ed è più statico, il suo compagno d'attacco Robinho si muove su tutto il fronte d'attacco, punta l'uomo e spesso riesce a creare la superiorità numerica. Servirà quindi un grande aiuto da parte di tutta la squadra in fase passiva, soprattutto dai due centrali di centrocampo che dovranno aiutare i tre difesori contro gli avanti rossoneri. Bloccare Seedorf potrebbe risultate fondamentale, Gargano con il suo pressig in mezzo al campo dovrà in tutti i modi evitare che l'olandese riesca a fornire palloni invitanti per i suoi compagni d'attacco. Attenzione anche a Nocerino, il centrocampista napoletano ha segnato quasi come un centravanti.
Il Napoli, con in campo i titolarissimi, dovrà essere bravo nello sfruttare l'arma del contropiede. Con le loro ripartenze gli azzurri possono mettere in grandissima difficoltà la squadra rossonera. Cercare di colpire la difesa milanista, che vanta difensori del calibro di Thiago Silva e Mexes, senza contare sull'effetto sorpresa e sulla rapidità di esecuzione sarebbe molto difficile. Il ritorno di Lavezzi dalla squalifica darà di certo al Napoli quell'imprevedibilità mancata nell'ultima partita con il Cesena. Il trio d'attacco, insieme a Maggio sulla corsia di destra, hanno tutte le qualità necessarie per far male ai rossoneri.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©