Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Coincidenze

Milan-Napoli 1-2. La storia si ripete come 27 anni fa


Milan-Napoli 1-2. La storia si ripete come 27 anni fa
23/09/2013, 10:37

Il peggior Napoli della stagione vince contro il miglior Milan che si era visto finora. Vittoria di cuore, tecnica e anche un pizzico di fortuna per gli azzurri di Benitez che non vincevano al Meazza da ben 27 anni. L’ultima vittoria risale al 13 aprile 1986. Un 2-1 anche quella volta con i gol di Giordano e Maradona. La rete di Di Bartolomei riaprì l’incontro ma l’allora portiere napoletano, Garella, si superò parando tutti i tiri indirizzati verso la sua porta. Una storia che si ripete anche se gli interpreti sono ovviamente cambiati. Britos e Higuain aprono le danze, Reina le chiude. Letteralmente. Non c’è spiraglio che il portiere ex Liverpool non lasci scoperto e Balotelli capisce che non è serata quando si vede parare il suo primo rigore da professionista. Alla fine SuperMario riuscirà a mettere il pallone alle spalle dello spagnolo solo con una prodezza a giro che strappa gli applausi anche dei 12mila tifosi azzurri accorsi a San Siro. Ma è l’unico che realmente impensierisce la difesa partenopea che ancora una volta ha mostrato qualche lacuna di troppo, lasciando troppo spazio alla manovra rossonera e facendosi schiacciare nella propria metà campo. Anche le ripartenze non hanno funzionato come al solito. Ma, come ha ribadito anche Benitez in conferenza stampa, vincere a Milano non è mai impresa facile e aver conquistato questi 3 punti pesanti potrà assumere un’importanza fondamentale nel corso del campionato. Ora in testa ci sono sole al comando Napoli e Roma con le altre staccate ma ancora in gioco ovviamente per il primo posto. Mercoledì ci aspetta il Sassuolo, vittima sacrificale dell’Inter di Mazzarri che ha maltrattato la squadra di Eusebio Di Francesco vincendo per 7-0. Ora gli emiliani di certo non vorranno ripetere la brutta figura rimediata in casa propria e daranno il massimo per concedere il meno possibile agli azzurri. Starà a Benitez e ai suoi uomini conquistare altri 3 punti fondamentali. Ancora una volta.

Commenta Stampa
di Luca G. Zanini
Riproduzione riservata ©

Correlati