Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Minacce di morte a Rocchi, ma è un omonimo


Minacce di morte a Rocchi, ma è un omonimo
05/10/2011, 11:10

Si chiama Gianluca Rocchi, come l'arbitro di serie A della sezione di Firenze protagonista di una brutta prestazione nella partita di San Siro fra Inter e Napoli. Ma lui e' in realta' solo un omonimo: ha 44 anni, abita a Limite sull'Arno (Firenze) ed e' disoccupato. E' lui che denuncia dalla pagine del quotidiano Il Tirreno di essere vittima di insulti e minacce al telefono e di vivere in una situazione di paura. Probabilmente qualche tifoso dell'Inter arrabbiato per gli errori che hanno penalizzato i nerazzurri nel match perso 3-0 contro il Napoli sabato sera (espulsione di Obi e rigore concesso ai partenopei) ha guardato sull'elenco telefonico trovando Gianluca Rocchi che abita in provincia di Firenze. ''Non e' la prima volta che accade - confessa il 44enne limitese - e anche per questo mi informo sulle prestazioni dell'arbitro fiorentino per capire se mi devo aspettare qualche telefonata di minaccia. Spero sempre che diriga bene le gare. In ogni caso non e' bello sentirsi dire al telefono 'ti ammazziamo'''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©