Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il procuratore a Radio CRC

Mino Raiola: "Ecco come ho portato El Kaddouri a Napoli"


Mino Raiola: 'Ecco come ho portato El Kaddouri a Napoli'
25/08/2012, 13:37

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Mino Raiola, procuratore tra gli altri, di El Kaddouri:

“El Kaddouri credo sia un buon giocatore, ha ampi margini di miglioramento. È stata una trattativa lampo.

Quale è stata la svolta? In realtà l’idea è stata mia, di Corioni e di De Laurentiis. È arrivato un colpo che la gente non si aspettava. Credevo che la migliore piazza per El Kaddouri fosse Napoli, ho chiesto di trasferirlo in azzurro, c’è stata la disponibilità da parte del club di De Laurentiis e adesso siamo tutti felici.

Quale è stata la reazione di El Kaddouri? Quando ho detto ad Omar che c’era possibilità di giocare nel Napoli gli si sono brillati gli occhi, questa sfida gli piace. Il giocatore credo sia adatto alla piazza azzurra. E, non tutti i calciatori lo sono. Il ragazzo ha il carattere giusto per stare in azzurro e fare bene. Omar è un ragazzo generoso. Gli manca un po’ di esperienza ma posso assicurarvi che ha qualità da vendere. Sul fisico c’è da lavorare un po’ ma ha tutto per essere un’importante pedina per lo scacchiere di Mazzarri. Il Napoli, poi, lo ha comprato al momento giusto.

Le prime parole di El Kaddouri? Eravamo insieme quando gli ho esposto l’idea Napoli. Si era creata, poi, una gestione un po’ difficile ma non per colpa del giocatore. Adesso però sono felice di aver portato il ragazzo in acque più limpide.

Gli elogi di De Laurentiis? Non ci sono mai stati litigi tra di noi. Anche quando il presidente mi defì “rompi…” ho sempre pensato che le sue parole fossero complimenti. Questo però non significa che condivido tutte le sue idee. I rapporti tra me e De Laurentiis erano ottimi già prima anche perché non ci conoscevamo molto bene, ci siamo incontrati una sola volta e ricordo che quell’incontro fu piacevole. È anche bello che abbiamo idee differenti. De Laurentiis pensa ancora di non vendere i pezzi pregiati mentre io penso che bisogna saper vendere e comprare al momento giusto. Intanto, il patron del Napoli ha comprato El Kaddouri al momento giusto.

Se dopo El Kaddouri porterò a Napoli altri calciatori? Non è facile trovare giocatori adatti al Napoli.

Il futuro di Hamsik? Ogni volta che parlava di me, gli rinnovavano il contratto. Se Marek va via o meno non è un problema mio. El Kaddouri è  un giocatore totalmente diverso dallo slovacco. Forse Marek oggi ha più forza fisica, è più potente. El Kaddouri è molto più tecnico ma meno potente”.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©