Sport / Vari

Commenta Stampa

MISANO: MOTOGP, CADUTA DI STONER, ROSSI PIU' VICINO ALLA VITTORIA DEL MOTOMONDIALE


MISANO: MOTOGP, CADUTA DI STONER, ROSSI PIU' VICINO ALLA VITTORIA DEL MOTOMONDIALE
01/09/2008, 10:09

Il week end di Misano, in Italia ha confermato il dominio di Valentino Rossi nella classe regina del motomondiale. La gara della Moto GP è partita con uno Stoner, dominatore delle prove ed in pole position, che al via scatta benissmo e si piazza davanti a tutti con un vantaggio su Rossi che è arrivato anche a 4" in meno di cinque giri. Ma all'ottavo giro si decide la gara: Stoner, che comunque sta guidando al limite, si piega troppo in una curva, la moto scivola per terra e si spegne. E' la terza caduta consecutiva per l'australiano, dopo Laguna Seca e Brno e il secondo ritiro consecutivo. Ma se a Brno Stoner è caduto avendo sul collo il fiato del campione di Tavulla, questa volta c'era una distanza notevole al momento del fattaccio, quasi tre secondi. Che questo indichi che Stoner non regge il confronto col "dottore"? In ogni caso, Rossi ha poi condotto la gara agevolmente, fino a tagliare il traguardo con 3" di vantaggio sul compagno di squadra Jorge Lorenzo. Terzo, Toni Elias, su Ducati. Ed ora in classifica il vantaggio dell'italiano sull'australiano è di 75 punti a 5 gare dalla fine. Non è un distacco da dire "i giochi sono fatti", ma certo è un cospicuo margine di sicurezza. Da notare inoltre che con questa vittoria Valentino Rossi eguaglia il record di Giacomo Agostini di 68 vittorie nella classe regina del motomondiale, un record che resisteva da 32 anni. Inoltre è la vittoria numero 700 di un motociclista italiano nel motomondiale, sommando le tre classi, un primato di tutto rispetto.

Nella 250, vittoria di Alvaro Bautista, su Aprilia, su Takahashi, su Honda, e Barbera, su Aprilia, ma è stata una gara ad eliminazione, con Simoncelli che ha lottato a lungo per il primo posto fino a quattro giri dalla fine, quando una caduta l'ha tolto dalla lotta per la vittoria. Ma l'italiano si è potuto consolare con il sesto posto che gli ha permesso di aumentare il distacco nella classifica dei motomondiale dal primo degli inseguitori, il finlandese Mika Kallio, caduto dopo soli quattro giri e ritiratosi.

Nella classe 125, tripletta della Aprilia, con Gabor Talmacsi primo, seguito da Bradly Smith ed Emanuele Corsi. L'italiano ha conquistato il podio solo all'ultimo giro con uno splendido sorpasso su Joan Olive, che ha rovinato una splendida gara con una caduta appena prima del rettilineo finale, nel tentativo disperato di rimontare. Nella classifica del motomondiale, Di Meglio continua a mantenere la testa della classifica, nonostante la caduta col conseguente ritiro, avvenuta a 9 giri dalla fine; dietro di lui ha accorciato le distanze Corsi, ora a meno di 30 punti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©