Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Moggi: "Maradona ha Napoli negli occhi"


Moggi: 'Maradona ha Napoli negli occhi'
18/05/2012, 15:05

A Radio Crc è intervenuto Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus: “La coppa Italia? Me la immagino come ogni finale. La Juventus viene da tanti festeggiamenti e psicologicamente non sarà con la mente lucida ma è importante che il Napoli non si presenti all’Olimpico come si presentò allo Juventus Stadium. La Juventus non scenderà in campo per perdere per cui gli azzurri non avranno sconti. È necessario vedere un Napoli diverso. La squadra di Mazzarri è nella condizione di poter vincere una coppa, e dovrà farlo, altrimenti la stagione diventerebbe non troppo positiva, non avendo raggiunto nessun obiettivo. Se non si vincerà la coppa Italia, la delusione sarà completa. È tutto nei piedi del Napoli. Poi, alla Juventus mancherà un calciatore importante come Chiellini e se il Napoli non ne approfitterà è chiaro che sarà un Napoli deludente in tutto e per tutto. Sarebbe un errore far partire Lavezzi dalla panchina. Che poi andrà via, è un altro discorso. Ma farlo giocare contro la Juventus è un obbligo. Quasi sicuramente il Pocho andrà al Psg. Cavani? Il Napoli ha vinto anche senza Cavani o senza Lavezzi. Ma nelle partite importanti ci vogliono calciatori di altrettanta importanza. Lavezzi salta l’uomo, crea spazi e diventa una pedina essenziale nel match contro la Juventus di coppa Italia. Insigne? È un calciatore in proiezione futura. È uno di quei napoletani che è destinato a fare carriera, è destinato a diventare un campione. Ha doti tecniche non indifferenti. Jovetic, Giovinco e Insigne però non mi sembrano calciatori che possano stare bene con Cavani. Jovetic e Giovinco non sono calciatori risolutivi, credo ci voglia un calciatore diverso da affiancare a Cavani. L’uruguagio ha fatto benissimo insieme a Lavezzi e credo che le caratteristiche migliori di Cavani emergano quando è affiancato da calciatori che prediligono il contropiede. Mazzarri? Resta in funzione di un contratto. Nessuno parla di Mazzarri, nonostante a Napoli abbia fatto bene. Fossi nell’allenatore azzurro, rinnoverei il contratto col Napoli. Ricordo quella coppa Italia vinta col Napoli contro la Juventus ma lì non c’era storia perché il Napoli era troppo superiore. Parlare di quella squadra è sempre un piacere. Adesso, con tutto il rispetto per chi gioca, sono tutte riserve di quei titolari del Napoli. Maradona? L’ho visto ed ha Napoli nel cuore. Ha fatto tutto il possibile per arrivare in Italia ma con il fisco non c’è stato un accordo. Quando parla di Napoli, negli occhi emerge la voglia di ritornare”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©