Sport / Vari

Commenta Stampa

MONDIALE OFFSHORE: SECONDO POSTO PER CARPISA YAMAMAY


MONDIALE OFFSHORE: SECONDO POSTO PER CARPISA YAMAMAY
07/09/2008, 16:09

Conferma nell'elite iridata per la Napoli dell'offshore, grazie al team Carpisa Yamamay dei piloti del Circolo Canottieri, Diego Testa e Giovanni Di Meglio. Per la terza stagione consecutiva, il bolide del mare di casa nostra conquista infatti l'argento all'“Uim 2 litre Offshore Powerboat World Champions”, il Campionato del Mondo di Offshore Classe 3 di scena quest'anno nelle agitate acque dell'isola di Guernsey, a 70 miglia dalla costa meridionale dell'Inghilterra. Ma mai come questa volta, il trionfo del duo partenopeo è sfumato solo al giro conclusivo dell'ultima delle 2 manche su cui si è sviluppata la competizione iridata che, per tutta la settimana, ha dovuto fare i conti con le pessime condizioni atmosferiche che si sono abbattute sul Canale della Manica. Un sorpasso sul filo di lana per la seconda posizione ai danni dei francesi Giordanì del C20 Exalibur, operato dai padroni di casa del C54 Condor Ferries (gli inglesi di Jersey, Smith, campione iridato 2003, e Philipson), ha consegnato infatti a questi ultimi il trionfo in classifica generale, dal momento che riuscivano a bissare il risultato della prima gara, chiusa proprio alle spalle del Carpisa Yamamay, invece, primo vincitore di giornata.

Da subito, infatti, l'equipaggio napoletano si era dimostrato lo scafo più agguerrito riuscendo a tenere a bada i più agguerriti rivali. Sin dallo start dell'esordio iridato, Testa e Di Meglio avevano preso il comando della gara, per poi sempre controllare nelle prime posizioni nella serrata lotta con i padroni di casa di Condor Ferries. Dal 6° giro, però, il team battente bandiera del Circolo Canottieri si era ripreso con forza la testa della gara conservandola poi fino al traguardo, davanti allo scafo inglese. Terzo, a circa 50”, il C22 Gt One dei francesi Beccellini-Gobet.
Purtroppo, però, nella prova successiva, il Carpisa Yamamay tagliava il traguardo al quarto posto, risultato non sufficiente a mantenere la vetta iridata nei confronti del C54, seppure per appena una manciata di punti. “Peccato, peccato davvero – ha commentato Diego Testa subito dopo l'ultima gara -. Lo scafo era competitivo e ci è mancato tanto così per vincere l'oro... Ma guardando il bicchiere mezzo vuoto – prosegue Testa -, non possiamo che essere comunque soddisfatti di questa nostra terza medaglia d'argento consecutiva, soprattutto conquistata contro quasi venti imbarcazioni tra le più competitive di mezzo mondo”. 
 
CLASSIFICA GENERALE DEL MONDIALE 2008
1) C54   Condor Ferries (Jersey – Ing)       punti 600
2) C11   Carpisa Yamamay (Italia)    punti 569
3) C17   Class Fabbrication (Ing)      punti 495

4)     C22   Gt One (Francia)         punti 352  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©