Sport / Calcio

Commenta Stampa

Si potrebbe anche pareggiare, ma guai a pensarci

Mondiali: Italia, ora si deve vincere con la Slovacchia


Mondiali: Italia, ora si deve vincere con la Slovacchia
21/06/2010, 09:06

SUD AFRICA - L'Italia di ieri proprio non è piaciuta e Marcello Lippi e ai tifosi ora è sotto accusa. Basta leggere le prime pagine dei quotidiani di oggi per capire la situazione. "Italia, tutto qui?" si chiede la Gazzetta e ci va più duro il Corriere dello Sport con "Azzurri, che pena!".
Il programma di oggi prevede conferenza stampa e allenamento anche se non sarà particolarmente utile ai fini della formazione.
Sembra che il Ct non senta la squadra, non veda nei giocatori che ha convocato quello che si aspettava e non capisca come mai giochino in un certo modo. Quello che fa riflettere, infatti, è il continuo cambio di modulo: partiti con il 4-2-3-1, gli azzurri sono passati al 4-4-2 e al 4-3-3 in sole due partite. Lippi è evidentemente amareggiato e la preoccupazione per la qualificazione c'è. L'Italia deve vincere con la Slovacchia per passare, anche se con certi calcoli potrebbe anche pareggiare.
Sotto accusa anche l'attacco sterile che non è andato in gol (al di là del rigore siglato da Iaquinta, l'unico parso sveglio lì avanti). Molti si chiedono dove sia Quagliarella, ma ieri a Nelspruit hanno deluso anche i tanto acclamati Di Natale e Pazzini che entrati non hanno cambiato il volto alla gara. Serve più fantasia e allora si attende Pirlo, senza però levare Montolivo.
Contro la Slovacchia potrebbero esserci nuovi cambi con l'inserimento proprio dell'attaccante napoletano insieme al sampdoriano. La speranza è che questo inizio deludente sia un presagio per una grande vittoria visto quanto accaduto nell'82.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©