Sport / Calcio

Commenta Stampa

Al gol di Alcaraz risponde Daniele De Rossi

Mondiali: Italia-Paraguay 1-1


Mondiali: Italia-Paraguay 1-1
14/06/2010, 22:06

Finisce in pareggio l'esordio al mondiale Sudafricano della nazionale italiana contro il Paraguay. 1-1 il risultato finale con gli azzurri costretti a rimontare nel secondo tempo. Buona partenza degli uomini di Lippi che nella prima mezz'ora macinano gioco. Non si producono azioni pericolose, ma le azioni sono fluide e si arriva all'area avversaria. Il più vivo di tutti è Simone Pepe, mentre delude sull'altra ala dell'attacco Vincenzo Iaquinta, evidentemente fuori posizione. Al minuto 39' arriva però la doccia fredda nella già piovosa serata di Cape Town. Da calcio di punizione di Torres, il Paraguay trova la rete del vantaggio. La sigla di testa il difensore Alcaraz, approfittando di una dormita italiana. Si chiude il primo tempo con gli azzurri che dimostrano di aver subito il colpo. La seconda frazione si apre con una pessima notizia in casa Italia. Buffon resta negli spogliatoi e viene sostituito da Marchetti. A fine partita è lo stesso Lippi a spiegare il forfait dell'estremo difensore azzurro: problemi alla schiena. Gli stessi che da due anni affliggono il n°1 della Juventus. Ma l'Italia anzichè abbattersi, si seglia. Prima c'è loffensiva paraguayana con Vera. Poi la risposta azzurra che al 63', dopo due minuti di forcing continuo, trova la rete del pareggio. Il gol lo sigla De Rossi, di destro su angolo battuto da Pepe. Gli azzurri provano a premere in cerca del vantaggio, e lo sfiorano con un gran tiro dai 25metri di Montolivo, su cui Villar si salva in angolo. Lippi inserisce Camoranesi per Marchisio e Di Natale per Gilardino, spostando Iaquinta al centro dell'attacco. Il calabrese si muove meglio, ma continua a non incidere. Nulla cambia fino al triplice fischio. Per l'Italia buona prova sul piano del fisico e del carattere, contro un Paraguay che ha pensato più a non prenderle che a darle. Sudamericani squadra tosta e ben organizzata, sempre col raddoppio di marcatura. Tra i migliori in campo, gli instancabili Pepe e Zambrotta.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©