Sport / Calcio

Commenta Stampa

Inter

Moratti: «Balotelli fatica perché cambia troppe squadre»


Massimo Moratti
Massimo Moratti
03/12/2013, 10:37

MILANO. «Grandi complimenti a Javier Zanetti, è impressionante. Sembrava che dopo l'infortunio nel finale della passata stagione dovesse smettere di giocare o rientrare nel febbraio 2014, ed invece dopo due-tre mesi era già in campo. è un esempio di applicazione e professionalità mai visto dopo un infortunio che chiamava in causa capacità di recupero e sacrificio particolari». Lo ha dichiarato il presidente onorario nerazzurro Massimo Moratti ieri sera, nel corso della cena dell'Inter club Firenze, tenutasi presso l'Hotel S.Regis, cui ha partecipato anche il figlio di Giacinto Facchetti, Gianfelice. «Sono rimasto legato a Javier Zanetti, anche perchè c'è un rapporto speciale con il capitano fin dall'inizio dell'avventura insieme o quasi - ha aggiunto ancora Massimo Moratti - Ma sono rimasto legato, nonostante non tutti i tifosi siano d'accordo su questa cosa, anche ad Ibrahimovic, perchè ci ha fatto vincere diversi trofei. Ma mi piace nominare anche Balotelli, con cui ho avuto un rapporto particolare, visto che con noi è cresciuto e ha fatto grandi cose, mentre adesso fa un po' fatica dal momento che sta cambiando diverse squadre». Moratti ha anche parlato del suo nuovo ruolo all'interno dell'Inter con il passaggio delle quote di maggioranza nerazzurre ad Eric Thoir: «Il progetto di Inter Campus sarà slegato dal passaggio della società, se ne occuperà mia figlia - ha concluso il presidente onorario dell'Inter - Mi resta la possibilità, su alcuni aspetti, di alzare la mano nel corso dei cda e porre il veto su alcune cose, come per le sponsorizzazioni che riguardino armi, gioco d'azzardo e alimenti geneticamente modificati, che sono assolutamente vietate».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati