Sport / Calcio

Commenta Stampa

Moratti:"A Leonardo chiedo di riportare felicità e grinta"


Moratti:'A Leonardo chiedo di riportare felicità e grinta'
30/12/2010, 14:12

Massimo Moratti crede fermamente in Leonardo. Il nuovo allenatore è stato una sua scelta personale, una scommessa sulla quale il presidente dell’Inter punta per rilanciare la squadra i campionato. “A Leonardo chiedo di riportare nell'ambiente la felicita', di fare il proprio mestiere e poi la forza di centrare l'obiettivo perche' si e' bravi e si e' all'altezza di farlo. La squadra in questo periodo aveva un po' perso queste qualita', dovute forse anche al fatto di aver vinto troppo l'anno scorso. Adesso non e' piu' il momento di scherzarci su, bisogna ripartire e credo che lui sia capace di farlo. Indipendentemente dai discorsi tattici, l'importante e' che faccia una squadra dove i giocatori si trovino tra di loro e abbiano la convinzione di fare gruppo e di vincere. Gli lascio fare gli esperimenti, sempre sapendo che ha il buon senso di capire quale sara' quello giusto''. Moratti è convinto di recuperare lo svantaggio dalla capolista Milan. ''Non mi piace mai pensare di perdere lo scudetto, perche' hai contro i nemici calcistici e quindi pensi sempre per il pubblico di doverlo portare a casa. Allo scudetto ci terrei, spero che la squadra possa riprendersi e credo che abbia modo di farlo anche se sono tanti i punti di differenza''. Infine il patron neroazzurro commenta con una battuta il sogno di bissare il successo in Champions League dopo la vittoria dell’ultima edizione. ''La Champions League ormai e' entrata nell'ordine delle idee come qualcosa di raggiungibile e quindi ci dobbiamo pensare per forza. Sappiamo tutti che e' una scommessa e quindi non voglio creare pressioni nell'allenatore'. Certo che e' strano-sorride- Questo fatto degli allenatori in partenza dopo aver vinto due coppe cosi' importanti e' incredibile. Se fra sei mesi Leonardo andra' via vorra' dire che avremo vinto ancora la Coppa dei Campioni''

Commenta Stampa
di Massimo La Porta
Riproduzione riservata ©