Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Moto club Moto Ok, dove il Quad è di casa


Moto club Moto Ok, dove il Quad è di casa
06/04/2009, 08:04

Quando i primi Quad fecero le prime apparizioni nelle vetrine delle concessionarie, furono visti come oggetti strani e privi di personalità, frutto di una moda passeggera. In realtà gli Atv hanno saputo conquistare i cuori degli appassionati grazie al loro fascino unico, che abbina l’adrenalina di una moto ai traversi di un Kart. Tra i primi a credere nel loro divertimento ci sono i fratelli Alfredo e Carmine Iannaccone, che nel 2002 fondano il moto club Moto Ok, e nel 2008 organizzano il primo trofeo campano riservato ai possessori di Quad. Il successo ed i risultati raccolti, hanno spinto i fratelli di Monteforte Irpino ad organizzare un campionato che abbraccia le regioni del sud Italia: “ La Quadmania – spiega Alfredo – nasce perché le persone sono attratte da questi oggetti bassi e larghi, che percorrono le curve ad una velocità pazzesca, e sempre di traverso. Assieme ai soci del club, viviamo questa febbre sia in chiave agonistica, sia amatoriale. Spesso la domenica ci divertiamo in lunghissime escursioni tra i monti dell’appennino irpino, che sembra fatto a posta per sfruttare al meglio le loro caratteristiche. L’anno scorso con il primo trofeo abbiamo posto le basi per la pratica in pista di una disciplina che esalta chi guida il mezzo, e stupisce chi guarda le sue acrobazie. La lotta per il titolo è stata un discorso tra me e mio fratello, tant’è che si è parlato di sagra degli Iannaccone; ha vinto Marcello, ma sono lo stesso soddisfatto della mia stagione. Quest’anno, grazie anche alla disponibilità della Fmi, abbiamo coinvolto le regioni meridionali, ed abbiamo organizzato gare che si disputeranno non solo negli autodromi, ma anche nei crossdromi. Siamo partiti il 4 gennaio con la prima edizione del Fashion Motor Event, e l’entusiasmo del pubblico ci ha spinti ad essere presenti anche per la seconda edizione, che si terrà sempre a Sarno il 24 maggio.  La prima prova sulla pista di Acerra è stata un successo di piloti e pubblico, che abbiamo intenzione di ripetere il 19 aprile sul kartdromo Santa Cecilia di Foggia, in occasione della seconda tappa del campionato”. Per i fratelli Iannaccone i Quad non rappresentano solo lo sport, ma anche uno strumento per incidere positivamente sul tessuto sociale: “ Siamo contenti – dice – perché attraverso il divertimento possiamo educare tanti ragazzi a volersi più bene, ed a rispettare gli altri. Il segreto è lo spirito di gruppo, composto da persone di tutte le età, di tutti i ceti, che non vede l’ora di divertirsi insieme”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©