Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Motorsport, ultime gare in Belgio per Liguori e Turizio


Motorsport, ultime gare in Belgio per Liguori e Turizio
22/09/2011, 13:09

Napoli, 22 settembre 2011 – Nel prossimo fine settimana i due piloti napoletani Cosimo Turizio e Michele Liguori saranno impegnati sul velocissimo circuito automobilistico di Spa, in Belgio. Cosimo Turizio correrà le due prove finali nel campionato di Formula 1 storiche denominato “Gran Prix Masters” organizzato dal Masters Historic Racing, in programma sabato 24 e domenica 25 settembre e Michele Liguori parteciperà all’ultima gara del “Canadian American Challenge Cup” che si concluderà con un’unica prova di velocità di 40 minuti che si svolgerà sabato mattina ed alla quale parteciperanno ben 24 auto rendendo la gara molto competitiva e spettacolare.



Il circuito di Spa, dove si corre il Gran Premio del Belgio, è molto congeniale a Cosimo Turizio e alla sua auto, una Hesketh 308E-4 con la quale ha conquistato un terzo posto, lo scorso 11 settembre, nel suo ultimo impegno internazionale, sul circuito di Nurburgring, in Germania.

“Nella gara del Nurburgring , corsa sotto un vero e proprio diluvio – ha dichiarato Turizio – sono stato in testa sin dal primo giro, ma poi mi si è appannata la visiera e mi hanno superato in due. Ora spero di aver pagato i miei debiti alla sfortuna e conto molto sulle prossime gare”.



Sempre a Nurburing, dieci giorni fa, Michele Liguori, che corre col la Lola T292, ha vinto le due prove del “Canadian American Challenge Cup” e occupa ora il secondo posto della classifica generale. Liguori ha deciso di partecipare all’ultima prova del circuito in programma in Belgio perché grazie al punteggio ottenuto potrebbe anche superare il tedesco Peter Schleifer (su Lola T310), attualmente in testa alla classifica generale con soli 9 punti di vantaggio sul pilota napoletano,

“I punti ottenuti con la doppia vittoria del Nurburgring, la poole position ed il giro più veloce in entrambe le gare – dichiara soddisfatto Liguori - mi hanno fatto balzare inaspettatamente al secondo posto assoluto, pur avendo disertato i primi due appuntamenti e, quindi, le prime quattro gare. Non voglio perdere quest’occasione che potrebbe anche consentirmi di vincere il Canadian American Challenge ”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©