Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

VISTO DA JOSE'

"Mourinho e il Real impressionati dai napoletani"


'Mourinho e il Real impressionati dai napoletani'
28/10/2011, 17:10

Nuovo appuntamento con la rubrica del sito Pensieroazzurro.com "Visto da...Josè". In esclusiva per la nostra redazione, uno spazio interamente dedicato alle vicende sportive del Napoli viste da un grande ex azzurro: Josè Alberti.
Da agente Fifa e grande conoscitore del calcio internazionale, Alberti commenta per i tifosi azzurri la stagione agonistica del Napoli.

Josè, grande prova degli azzurri contro l'Udinese.
E' stato un Napoli convincente. C'era una sola squadra in campo che meritava di vincere. Certo è che all'Udinese mancavano due giocatori importanti come Isla e Di Natale, ma gli azzurri hanno dominato.

I friulani sono pur sempre una buona squadra...
Si, ma non li esalterei troppo. Secondo me non arrivano sopra il quinto posto. Meglio di loro ci sono Napoli, Inter, Milan, Juventus e Lazio.

Il gol di Lavezzi? Che ne pensa?
Bello, e bella l'azione. Il Pocho non segnava da tanto (un anno esatto al San Paolo, ndr), ma lui d'altronde è il tipo da 7-8 gol a campionato. Però tutti belli.

Domani c'è già il Catania intanto.
Un campo pesante. Speriamo di mantenere la forma e non pagare troppo il turn over di Mazzarri.

Chi ha bisogno di riposo?
Cavani. Lo vedo correre avanti e indietro per tutta la partita. Difende anche su calcio d'angolo e rimesse laterali. Poi, sotto rete, ci mette il doppio del tempo solito per segnare. Deve riprendere forma e lucidità.

Anche perchè subito dopo c'è il Bayern...
Che gara! Difficile bloccare i bavaresi in casa loro. Ma io credo che, comunque vada, la Champions il Napoli se la giocherà in casa contro il City. Quella sarà una partita da 120mila voci sulla testa degli inglesi. Lo stadio e i tifosi faranno la differenza.

A proposito di tifosi. Ha visto cosa è accaduto ai botteghini per i biglietti di Bayern-Napoli?
Si, e qui voglio fare uno sfogo. Al di là del fatto che c'è sempre poca organizzazione, perchè io seguo molto il calcio inglese e, seppur con gli stadi pieni, lì cose del genere non accadono mai. Ma, una notizia del genere, mi ha fatto pensare ad un aspetto del tifoso napoletano. Questa è gente disposta a fare sacrifici, lottare, magari mettere da parte problemi economici e familiari pur di seguire la propria squadra del cuore. Ho visto famiglie che non riescono a portare il piatto in tavola, eppure portano i figli allo stadio per il Napoli. Questo è amore allo stato puro. Ma, per quanto vedo, è un amore non del tutto ricambiato.

Cosa intende?
La società deve fare di più per i tifosi. Innanzitutto dargli maggiore possibilità e organizzazione nell'acquisto dei biglietti. Non si possono fare ore di fila e risse per arrivare ad un tagliando al botteghino. E poi, quelo che dico sempre, deve dare ai tifosi una squadra di 11 campioni. Chi è disposto a dormire fuori allo stadio per un biglietto deve essere ricompensato con un grande colpo di mercato. I napoletani sono disposti a pagare oro pur di vedere la propria squadra, ma non è giusto ricambiare con acquisti come Chavez e Lucarelli. Dico un'ultima cosa. Poco tempo fa sono stato a colloquio con Mourinho e un dirigente del Real Madrid. Non vi dico di cosa abbiamo parlato, ma erano affascinati dal Napoli e soprattutto dalla sua tifoseria. Il dirigente mi ha detto: "Josè, magari avessimo noi tifosi del genere. Attaccati così alla squadra". Questo è un elemento essenziale del calcio!

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©