Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Mutti: "Rivedendo gli episodi i dubbi aumentano"


.

Mutti: 'Rivedendo gli episodi i dubbi aumentano'
03/04/2012, 14:04

''Gillet? Non ricordo. C'erano pressioni dei tifosi che minacciavano casini vari. Pero' rivedendo certe cose i dubbi vengono''. Cosi' l'ex allenatore del Bari Bortolo Mutti, oggi sulla panchina del Palermo, risponde in un'intervista concessa a Panorama.it a quanto scritto nell'ordinanza del Tribunale di Bari per l'arresto di Andrea Masiello. In un interrogatorio il portiere Gillet spiega di aver avvertito la societa' e Mutti delle pressioni degli ultra' perche' il Bari perdesse a Cesena: ''Non ricordo - spiega ancora Mutti -. Si parlava sempre del momento di sofferenza per questa situazione (di classifica, Ndr), di non scendere a nessun compromesso e di uscire a testa alta''. Oggi rivedendo le immagini di quelle partite le vengono dubbi? ''Rivedendo certe cose onestamente si''' risponde Mutti che sull'autogol cercato da Masiello contro il Lecce dice: ''Non me l'aspettavo. Sembra anche una cosa difficile da fare anche considerando il Masiello che ho conosciuto in quei mesi e il modo in cui si poneva con i compagni''. Per il tecnico era pero' impossibile esercitare un controllo sui personaggi che frequentavano hotel e ritiri della squadra: ''Non vedevo questo via vai. Frequentavano loro ristoranti e certi ambienti o lo facevano senza essere visti''. La confessione di Masiello provoca a Mutti grande amarezza: ''Quando ti senti preso in giro e' inutile fare retorica. E' un'amarezza che ti porti nello stomaco''. I responsabili vanno radiati? ''In situazioni del genere e con tanti interessi sara' importante mettere paletti fermi - conclude Mutti -. Nessun alibi per la situazione finanziaria del club. Sono ragazzi che avevano gia' guadagnato bene e non penso che la mancanza nel pagamento di uno stipendio potesse compromettere la loro vita privata o mettere in difficolta' le loro famiglie''.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©