Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Napoli - Cesena, la partita alla lavagna


Napoli - Cesena, la partita alla lavagna
06/02/2011, 11:02

Dopo la brutta partita con il Chievo, il Napoli affronta il Cesena al San Paolo voglioso di riprendere la corsa champions e di regalare una nuova soddisfazione ai suoi tifosi. I romagnoli non hanno mai vinto al San Paolo così come Ficcadenti non ha mai battuto Mazzarri, numeri che fanno ben sperare. I bianconeri scendono in campo con 4-3-3 mascherato con Bogdani centravanti e Giaccherini e Jimenez sugli esterni che in fase passiva si abbassano sempre dietro la linea della palla. La squadra di Ficcadenti, nonostante l'inferiore tasso tecnico rispetto agli azzurri, è comunque una compagine molto pericolosa che fa del dinamismo e della velocità la sua arma migliore. Rubare palla a centrocampo e ripartire, soprattutto con i due esterni, sarà la tattica degli ospiti che non verranno certo a Napoli per fare la partita ma proveranno comunque a strappare un pareggio o tentare il colpaccio giocando in contropiede. Attenzione anche agli inserimenti dei centrocampisti Caserta e Parolo e del nuovo arrivato Santon sulla fascia sinistra. Toccherà a Maggio e Zuniga, probabile il suo utilizzo al posto di Dossena, con l'aiuto di Gargano e Yebda, chiudere sui due uomini più pericolosi, Giaccherini e Jimenez, con il secondo che spesso si accentra e cerca la conclusione dalla distanza.
Il Napoli, solito 3-4-2-1 potrebbe soffire una squadra che si chiude e fa densità a centrocampo, ma il ritorno di Lavezzi e il probabile esordio di Mascara dal primominuto, darà agli azzurri quell'esplosività e quell'imprevedibilità mancata a Verona. Intensità e velocità saranno le armi di un Napoli che avrà certamente voglia di dimostare come Verona sia stata solo un brutto episodio di un cammino, sino adesso, ricco di grandissime soddisfazioni.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©