Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Napoli - Lecce, la partita alla lavagna


Napoli - Lecce, la partita alla lavagna
03/12/2011, 10:12

Turn over in casa Napoli in vista della sfida di champions contro il Villarreal. Al San Paolo arriva il Lecce, squadra che gioca meglio lontano dalle mura amiche e che già nella scorsa stagione mise in grandissima difficoltà gli azzurri che riuscirono a portare a casa i tre punti solo con una prodezza di Cavani nei minuti di recupero.
Mazzarri lascia a casa capitan Cannavaro ed in panchina Campagnaro, Gargano ed Hamsik. Fideleff e Fernandez giocheranno ai lati di Aronica, Dzemaili in mezzo al campo, confermato Pandev in avanti insieme a Lavezzi e Cavani che ritorna in campo dal primo minuto dopo aver saltato la sfida con la Juventus. Mazzarri rinunciando ad Hamsik, in pratica rinuncia all'unico giocatore abile nella fase passiva e nel lavoro di raccordo tra centrocampo ed attacco per schierare un tridente a tutti gli effetti. Il mister toscano quindi vuole schiacciare i pugliesi nella loro porzione di campo per cercare di portare a casa i tre punti. Fondamentale per scardinare il 5-3-2 scelto da Di Francesco, l'abilità nel dribbling di Pandev e Lavezzi e le sovrapposizioni sulle corsie di Maggio e Dossena che come al solito dovranno essere l'arma in più degli azzurri.
Il Lecce penserà soprattutto a difendersi con un centrocampo ed una difesa molto folti ed a ripartire in contropiede con Pasquato e Muriel ed i due esterni Mesbah e Cuadrado.
Gli unici pensieri per Mazzarri potrebbero arrivare dalla difesa, praticamente inedita ad eccezione della sconfitta contro il Chievo Verona. Non bisognerà sottovalutare l'impegno ma dare il massimo anche per il morale in vista della sfida di champions league.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©