Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Napoli - Milan, la partita alla lavagna


Napoli - Milan, la partita alla lavagna
17/09/2011, 12:09

Dopo gli impegni di Champions League Napoli e Milan si affrontano in un posticipo che secondo molti sarà la sfida scudetto della stagione ma che arriva troppo presto per far già pensare a come andrà a finire questo campionato.
Scelte obbligate in mezzo al campo ed in attacco per l'allenatore rossero che conferma il modulo, 4-3-1-2, ma che dovrà rinunciare a Boateng, Flamini, Gattuso, Ambrosini, Robinho, Inzaghi ed Ibrahinovic. Un solo cambio rispetto alla difesa vista contro il Barcellona, Antonini al posto di Zambrotta, mentre a centrocampo troveranno posto i due ultimi arrivati in casa Milan, Aquilani e Nocerino con Van Bommel e il solito Seedorf che agirà dietro la coppia d'attacco Pato - Cassano con il brasiliano che contro il Napoli sembra sempre trovare motivazioni particolari visti i quattro gol segnati sin qui agli azzurri. Partita difficilissima e Milan da non sottovalutare nonostante le molte assenze. La difesa azzurra dovrà fare molta attenzione soprattutto alla velocità di Pato, il gol contro il Barcellona è l'esempio lampante di come al Papero rossonero non vada assolutamente lasciato nessuno spazio d'azione. A mettere in difficoltà i tre centrali azzurri potrebbero essere anche i movimenti di Cassano che ama giocare tra le linee e che spesso si allarga su una delle corsie favorendo gli inserimenti dei centrocampisti. Sotto questo aspetto attenzione ad Aquilani, molto bravo nell'inserirsi dalle retrovie (è andato vicino al gol con la Lazio) e dotato di un gran tiro dalla distanza. In fase difensiva risultaranno quindi fondamentali i ripiegamenti di Hamsik e di una delle punte, Cavani e chi giocherà vicino a lui tra Lavezzi e Pandev, ripiegamenti che garantirebbero al Napoli una importantissima superiorità numerica in mezzo al campo.
Probabile piccolo turn over in casa Napoli dopo la sfida contro il Manchester City. In difesa Fernandez potrebbe prendere il posto di Aronica con lo spostamento di Campagnaro a sinistra, corsia sulla quale tornerà Dossena con Zuniga che dovrebbe accomodarsi in panchina. Come già detto dubbio Lavezzi in attacco dopo la botta al calcagno rimediata dall'argentino nel corso della sfida di Champions. Il Pocho proverà sino all'ultimo, ma nel caso non dovesse farcela Pandev, oppure Dzemaili come mercoledì sera, sono pronti a prendere il suo posto. In fase propositiva gli avanti azzurri dovranno vedersela contro una difesa molto forte fisicamente, Nesta e Thiago Silva e veloce sulle corsie con Abate e Antonini. Cavani e chi lo affiancherà, dovranno essere molto bravi nel riuscire ad allargare le maglie difensive dei rossoneri favorendo così gli inserimenti centrali di Hamsik e quelli di Maggio e Dossena sulle fasce che più di una volta si sono dimostrati decisivi.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.