Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Napoli - Parma, la partita alla lavagna


Napoli - Parma, la partita alla lavagna
06/11/2010, 13:11

Smaltita, si spera, la delusione e la fatica di Liverpool, il Napoli si rituffa nel campionato dove le cose sembrano andargli molto meglio. Al San Paolo arriva un Parma molto più fresco degli azzurri e che non verrà certo a Napoli a svolgere il ruolo della vittima sacrificale. Molto probabile che Mazzarri faccia riposare alcuni di quelli che sono scesi in campo giovedì ad Anfield.
L'allenatore gialloblù Pasquale Marino metterà in campo la sua squadra con il 4-3-3, modulo duttile che in fase di non possesso palla diventa un 4-5-1. I Ducali davanti si affideranno al tridente fisicamente leggero, ma molto veloce, Giovinco e Marques(o Candreva) sugli esterni e Bojinov al centro dell'attacco. Proprio il contropiede, che si basa anche sulla velocità di Valiani e Antonelli sulla corsia di sinistra, è l'arma più pericolosa dei gialloblù. In fase di copertura a vedersela con il terzino sinistro del Parma sarà Zuniga, probabile infatti un turno di riposo per Christian Maggio. Dall'altra parte invece Dossena dovrà fare i conti con Zaccardo, più abile in fase di copertura che di spinta.
In fase offensiva, nei tre davanti dovrebbe riposare Hamsik(probabile staffetta con il Pocho) per dar spazio a Sosa, il Napoli dovrà assolutamente evitare i lanci lunghi, vista la maggiore stazza fisica dei difensori del Parma, A.Lucarelli, Zaccardo e Paletta(o Paci) fortissimi nel gioco aereo e proprio per questo da tenere d'occhio soprattutto sulle palle inattive. A questo proposito, attenzione anche a non concedere pericolose punizioni dal limite all'ex juventino Giovinco.
Il Napoli dovrà cercare di sviluppare il suo gioco constantemente palla a terra
in modo da sfruttare la sua maggiore velocità e il suo superiore tasso tecnico per mettere in difficoltà una difesa che in più di un'occasione non si è dimostrata impeccabile.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©