Sport / Calcio

Commenta Stampa

LA TATTICA

Napoli - Sampdoria, la partita alla lavagna


Napoli - Sampdoria, la partita alla lavagna
30/01/2011, 14:01

Napoli e Sampdoria, le due grandi deluse della coppa Italia, si sfidano alla ricerca di punti utili in chiave Europa. Orfana di Pazzini appena passato all'Inter e rispetto all'andata anche di Antonio Cassano adesso al Milan, i liguri restano comunque una squadra molto pericolosa.
Di Carlo metterà i suoi in campo con il 4-4-2, Guberti e Mannini (o Koman) sulle fasce, Macheda e il nuovo arrivato Maccarone in attacco. I due attaccanti giocano insieme per la prima volta, fattore che dovrebbe favorire i tre centrali azzurri. In mezzo al campo giocheranno Palombo e Tissone che avranno il compito di bloccare le azioni azzurre per poi far riparte la squadra sugli esterni, vero punto di forza della squadra blucerchiata. Attenzione a Guberti che spesso, partendo dalla sinistra, si accentra e cerca la conclusione. Ancora una volta fondamentali saranno i duelli sulle due fasce: Maggio-Guberti e Dossena-Mannini. In pre-allarme Zuniga che potrebbe prendere il posto di uno dei due azzurri. Molto probabilmente toccherà a Pazienza aiutare i due esterni azzurri in fase di copertura, soprattutto dalla parte di Maggio vista, come già detto in precedenza, la propensione di Guberti ad accentrarsi.
In fase attiva invece il Napoli dovrà essere molto bravo, visto che molto probabilmente la Sampdoria baderà soprattutto a difendersi, nello sfruttare gli spazi tra le linee che spesso offre uno schema come il 4-4-2. Oltre alla costante spinta sulle fasce di Maggio e Dossena servirà quindi il miglior Hamsik, di certo il più abile tra gli azzurri negli inserimenti tra le linee.

Commenta Stampa
di Pensiero Azzurro
Riproduzione riservata ©