Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Napoli - Udinese, la partita alla lavagna


Napoli - Udinese, la partita alla lavagna
17/04/2011, 10:04

Ancora una volta una grande sfida in notturna al San Paolo per gli azzurri che devono assolutamente continuare a vincere per continuare la rincorsa al Milan impegnato contro la Sampdoria. Quella tra Napoli e Udinese però è una sfida che rischia di essere rovinata dalle assenze, fortunatamente per il Napoli, soprattutto in casa friulana.
Guidolin infatti dovrà fare a meno di Sanchez e Di Natale.  Senza i due attaccanti titolari gli undici di Guidolin perdono la loro principale qualità: le ripatenze veloci e l'abilità nell'uno contro uno. Quasi certamente in avanti ci sarà l'ex dal dente avvelenato German Denis. Vicino al Taque potrebbe agire Corradi, altro centravanti dalla stazza fisica imponente che però snaturerebbe il gioco dei bianconeneri costringendoli a giocare soprattutto con palloni alti utili per gli inserimenti dalle retrovie dei centrocampisti. I pericoli maggiori per la difesa azzurra potrebbero arrivare dalle fasce con Armero e Isla che già all'andata misero in grande difficoltà l'unidici di Mazzarri. Massima attenzione anche ai centrali di centrocampo, Asamoah e Inler, giocatori dalla grande forza fisica, bravi negli inserimenti e secondo voci di mercato nel mirino del Napoli. Non è da escludere la possibilità che Guidolindecida di giocare con il solo Denis davanti ed un centrocampo più folto pronto a bloccare ogni azione azione e ripartire.
Gli azzurri
, che ritrovano Cavani, dovranno essere bravi nello sfruttare le tante assenze nei bianconeri e nel tenere la partita sempre su ritmi alti. Le corsie potranno essere l'arma in più della squadra azzurra, così come servirà il miglior Lavezzi per mettere in difficoltà la difesa bianconera, fisicamente forte ma molto lenta.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©