Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il Napoli perde 3-1 col Catania

Napoli, 3-1 col Catania. Donadoni: "unità di intenti con De Laurentiis e Marino"


Napoli, 3-1 col Catania. Donadoni: 'unità di intenti con De Laurentiis e Marino'
25/05/2009, 09:05

Il Napoli perde 3-1 in casa del Catania. Non arriva, quindi, la vittoria nell’ultima trasferta stagionale.
Donadoni stupisce tutti nella formazione: Lavezzi, Denis in attacco e Datolo-Vitale a centrocampo partono dalla panchina e non titolari come preannunciato da molti. Promossi, invece, Pià, Zalayeta, Grava e Blasi.
Gli azzurri vanno in vantaggio al 28’ con Bogliacino che mette a segno una rete da maestro.
Il Napoli spera di essere sula buona strada, ma al 42' arriva l’1-1: cross di Capuano e stacco in anticipo di Morimoto.
Il caldo si fa sentire e la ripresa è più lenta. Si rivede Lavezzi, al rientro dopo tre giornate di assenza, ritorno anche per Gargano dopo la frattura al piede.
Il Napoli prova a tornare in vantaggio con Zalayeta, ma quando la partita sembra avviarsi verso un pari arriva il fischio dell’arbitro Baracani che assegna rigore piuttosto dubbio per una caduta in area di Martinez. Dal dischetto Mascara non sbaglia ed è 2-1. Arriva la debacle azzurra, ma più che altro arriva un goal spettacolare del giovane Falconieri e il Napoli affonda 3-1.
Abbiamo pagato qualche ingenuità”, ha sottolineato il tecnico del Napoli, Roberto Donadoni, a fine gara. “Abbiamo affrontato l'impegno come si doveva”.
Come si legge sul sito ufficiale della società, il mister azzurro ha visto l’impegno dei suoi giocatori ed è pronto a guardare al futuro: “La squadra può e deve essere migliorata con una programmazione precisa. Stiamo già lavorando in piena sintonia e con una perfetta unità di intenti con il Presidente De Laurentiis ed il Direttore Marino". L'obiettivo, per ora, è quello di salutare i tifosi al San Paolo contro il Chievo con una vittoria e dare appuntamento al prossimo campionato. 

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©