Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE "IL MATTINO"

"Napoli, a Firenze con Rosati e altre 4 novità"


'Napoli, a Firenze con Rosati e altre 4 novità'
17/02/2012, 10:02

Turn over stavolta tra i pali. Si ferma De Sanctis che avrebbe giocato a Firenze la centesima partita consecutiva in campionato con la maglia azzurra del Napoli. Morgan che per tre anni consecutivi non si è mai fermato. A Firenze stasera gioca Rosati, esordio in campionato per l’ex numero del Lecce dopo la partita da titolare in coppa Italia contro il Cesena (vittoria per 2-1) e quella nell’amichevole estiva contro il Maiorca (vinta con gol di Zuniga) dove parò di tutto agli attaccanti spagnoli.
Una chance importante per il portiere che avrà così la possibilità di vivere una serata da grande protagonista, lui che vive una fase particolare perchè è finito tra gli indagati nel filone del calcioscommesse in riferimento alla scorsa stagione. L’ex portiere del Lecce gode della fiducia di Mazzarri che lo lancia in campo in una partita molto importante, come quella contro la Fiorentina alla vigilia della sfida di Champions League contro il Chelsea. Tra l’altro proprio con la maglia del Lecce ha giocato partite di grande spessore a Firenze, conquistando quattro punti nelle due sfide in porta con i giallorossi.
Saranno altre quattro le novità iniziali del Napoli rispetto all’ultima partita di campionato contro il Chievo al San Paolo. Due i cambi in difesa, torna Campagnaro al posto di Grava, tra i migliori in campo lunedì sera. E rientra al centro della difesa Cannavaro al posto di Aronica che non fa parte neanche dei convocati, un turno di stop programmato perchè il difensore siciliano ha giocato sempre dal primo minuto le ultime partite. Confermato l’uruguaiano Britos, a segno di testa contro il Chievo, che ora è alla ricerca della migliore condizione dopo aver ritrovato fiducia proprio grazie al gol realizzato lunedì sera.
Altri due cambi a centrocampo: giocano dall’inizio Dzemaili e Dossena, turno di riposo a Gargano e Zuniga. In attacco i titolarissimi. Cavani e Hamsik non sono finiti in dubbio, di fatto non lo finiscono quasi mai per la loro importanza tattica. Il Matador è il finalizzatore, quello che segna sempre e tra l’altro vive un ottimo momento. Hamsik più che mai in queste ultime partite sta giocando da centrocampista in fase di non possesso palla. Il Napoli è stato ridisegnato contro Milan, Siena e Chievo con il 3-5-2 e cioè con lo slovacco più basso al fianco di Inler.
Più avanti con Cavani ci sarà Lavezzi, l’idea di Mazzarri è quella di dare minuti al Pocho per farlo tornare al top nella partitissima contro il Chelsea. E poi l’argentino garantisce maggiore profondità, ciò che serve in partite come questa contro la Fiorentina. Ecco perchè Pandev ripartirà dalla panchina pur non avendo giocato dall’inizio contro il Chievo. Poi il macedone la sua chance l’ha avuta in coppa Italia a Siena non sfruttandola al meglio. Il Pocho, quindi, il turno di riposo lo ha già osservato.
Ancora indisponibile Donadel, l’ex centrocampista viola non è apparso ancora al top da un punto di vista atletico, eppure Mazzarri aveva in mente di portarlo in panchina contro la sua ex formazione se non addirittura di schierarlo titolare. Invece non lo ha inserito neanche tra i convocati e dovrà ancora una volta portare tra i panchinari a Firenze anche Gargano.
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©