Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

GIOCANO SOLO IN 14...

Napoli bollito, 11 giocatori sopra i 2000 minuti!


Napoli bollito, 11 giocatori sopra i 2000 minuti!
13/04/2012, 12:04

Il Napoli è cotto. Bollito. Fiaccato nella testa e nelle gambe dopo otto mesi durante i quali gli azzurri hanno giocato 43 partite. Sostanzialmente con soli 14 giocatori: in pratica i titolari più un cambio per reparto. Normale, adesso, che le energie psicofisiche siano a zero. E che dopo Londra, con la sconfitta subita dal Chelsea, sia finita anche quella spinta nervosa che aveva sopperito a qualche avvisaglia di carenza atletica.
Ma c'è di più: questa squadra, per essere competitiva, deve giocare sempre sopra le sue possibilità tecniche e fisiche. Cercando ad ogni incontro la partita perfetta. Altrimenti, come successo troppe volte durante questo campionato e ultimamente al San Paolo col Catania, il Napoli è incapace di gestire il risultato. O di vincere pur non essendo al top, come invece succede al Milan, alla Juventus ma anche a Lazio, Inter o Roma.
I numeri dei singoli, poi, sono impressionanti. Gli azzurri hanno undici giocatori sopra i 2.000 minuti giocati in campionato. Significa che su questi calciatori è pesata gran parte della stagione. Se si sommano anche Champions e coppa Italia, dieci azzurri sono vicini o superano i tremila minuti giocati. Una enormità. Basta analizzare, ad esempio, i dati di Cavani, passato da fine Matador a fantasma in campo: ha disputato 41 partite giocando 3.590 minuti. Praticamente sempre, quasi ogni tre giorni. I suoi alter-ego juventini, che oggi filano sul rettangolo verde come le Formula 1 sulla pista, hanno numeri leggermente diversi: Vucinic ne ha giocate 26 in campionato per 1.914 minuti e in coppa Italia, su 4 gare dei bianconeri, è sceso in campo una sola volta per 90' contro il Milan; Matri di partite ne ha fatte 27 per 1.811 minuti e nella coppa nazionale ha sempre visto i compagni dalla panchina. Stesso discorso per Hamsik, che di match ne ha disputati addirittura 42 per 3.286 minuti.
FONTE: CORRIERE DEL MEZZOGIORNO
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©