Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Al San Paolo

Napoli bucato, pari e fischi con l'Udinese

Doppietta di Pandev e Dzemaili, ma i friulani impattano 3-3

Napoli bucato, pari e fischi con l'Udinese
07/12/2013, 23:26

NAPOLI. Bordate di fischi impietosi per tutti a fine partita. Il pubblico è spazientito, il Napoli è debole, indifeso. La retroguardia degli azzurri è un colabrodo. L’Udinese pareggia e la Juventus si allontana sempre di più. E dire che la partita si era messa bene per la squadra di Benitez quando, sul finire del primo tempo, una doppietta di Pandev aveva scavato un solco profondo tra i padroni di casa e l’Udinese. Poi un autogol di Fernandez in chiusura di primo tempo riapre la gara e nella ripresa la tenuta della difesa azzurra ha un crollo. Le squadre sono entrambe rimaneggiate. L’Udinese deve fare a meno della coppia titolare d’attacco, per gli infortuni di Di Natale e Muriel, mentre Benitez è costretto a rinunciare, oltre agli infortunati ‘storici’ Zuniga e Mesto, anche ad Hamsik, Berhami e Reina, quest’ultimo sostituito dal debuttante giovane brasiliano Rafael. Sul finire della prima frazione di gioco la partita si infiamma all’improvviso, grazie ad un uno-due di Goran Pandev che nel giro di tre minuti, dal 37’ al 40’, realizza una doppietta. L’Udinese ha una reazione orgogliosa e riesce a dimezzare lo svantaggio prima del riposo, grazie ad uno sciagurato tocco di piede di Fernandez che per anticipare un avversario depone la palla alle spalle di Rafael. Nella ripresa il problema degli azzurri è dalla cintola. Basta una distrazione dei centrocampisti o un passaggio sbagliato per innescare l’attacco degli avversari. A quel punto la difesa, presa d’infilata, va in bambola. Così nasce il gol del primo pareggio dei friulani e così anche quello del 3-3 definitivo, con gli azzurri impegnati a fare le belle statuine davanti alla porta, su un traversone da calcio d’angolo. Segnano prima Bruno Fernandes, poi Dzemaili riporta avanti il Napoli e infine Basta pareggia. Il Napoli ‘buca’ la prima delle tre partite consecutive che contrassegnano questa settimana. Ora dovrà ricevere l’Arsenal ed i presagi per la gara decisiva di Champions non sono dei migliori. Poi domenica sera al San Paolo tornerà Mazzarri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©