Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IN 4 IN LISTA DI SBARCO

Napoli, c'è la fila per i giocatori "in esubero"


Napoli, c'è la fila per i giocatori 'in esubero'
03/01/2012, 11:01

Mario Santana aspetta una chance, Salvatore Aronica la fine del suo contratto (a giugno), Leandro Rinaudo invece ha fretta mentre Giuseppe Mascara è il più arrabbiato. Quattro storie di esuberi, di giocatori in lista di sbarco che il Napoli è pronto a dar via. Per un motivo o per un altro.
Praticamente chiusa l’operazione con il Novara che prende Rinaudo in prestito gratuito: il difensore è stato al centro, nell’estate del 2010, del clamoroso passaggio alla Juventus. Alla fine della stagione il dg Marotta lo ha restituito però al Napoli, non intendendo pagare i 5 milioni per il riscatto. Una sola gara giocata negli ultimi 17 mesi e l’ultimo periodo condizionato da un intervento al tendine di Achille che lo ha costretto a un lungo stop. Mazzarri ha dato il via libera alla cessione: il Napoli risparmierà circa 350 mila euro dell’ingaggio. Rinaudo a Novara ha l’occasione di rinascere dopo le ultime stagioni senza grande visibilità.
C’è la fila, invece, per Giuseppe Mascara, 32 anni, preso dal Catania nell’ultimo giorno del mercato di gennaio dello scorso anno ed esempio degli affari last-minute che offre la sessione invernale. Arrivò insieme a Victor Ruiz, il piatto forte: l’arrivo di Vargas è per lui una minaccia, nel senso che rischia di veder ancor più ridotte le sue presenze (21 fino ad adesso e 4 gol fatti). Lo vogliono soprattutto il Novara (Tesser ha spalancato le porte al suo approdo in Piemonte), e seppure con minor decisione, il Bologna. Ma clamorosa la voce che lo riporta a Catania. A parlare è il patron Pulvirenti: «Mascara da noi avrebbe sempre le porte aperte». A quanto pare l’ex capitano degli etnei avrebbe rifiutato il trasferimento a Novara: vuole un aumento dello stipendio e un contratto fino al 2014 (quello con il Napoli scade comunque a giugno prossimo).
Non è escluso che tra i partenti ci sia pure Salvatore Aronica: in realtà lui è uno dei pupilli di Mazzarri, uno dei fiori all’occhiello della sua difesa. Ma il rientro imminente di Britos rischia da farlo scivolare tra le riserve. Cosa probabile, visto l’investimento fatto questa estate per il difensore uruguaiano prelevato dal Bologna. E per uno che ha giocato titolare per 15 volte in campionato e per sei volte in Champions non è cosa facile da mandare giù. C’è poi la possibilità di far soldi, mentre a giugno il palermitano andrebbe via gratis perché ha il contratto in scadenza. Insomma, una di quelle operazioni che potrebbero maturare strada facendo. Tra i corteggiatori il Palermo che sul piatto mette uno scambio con Federico Balzaretti (marito dell’etoile Eleonora Abbagnato) oltre ovviamente un lauto conguaglio a favore dei rosanero, circa 4 milioni di euro. Il terzino gioca sia a destra che a sinistra e per questo il Napoli valuta l’idea: Balzaretti pare sia in rotta con Zamparini il che rende assai probabile la sua cessione.
Vicino all’addio anche Mario Santana: l’argentino ha un triennale in tasca ed è arrivato dalla Fiorentina appena 6 mesi fa. Mario Piccioli, il suo agente, è onesto: «È difficile lasciare Napoli ma Mario vuole giocare con continuità. Il Cesena? È interessato già dalla scorsa estate. Sicuramente potrebbe essere una soluzione». A questo punto entra in gioco la pista che porta ad Antonio Candreva, l’ex giovane rampante del calcio italiano finito un po’ tra le retrovie. A Cesena non è contento e a Napoli lo attende un posto da vice Hamsik. Il problema è che il ragazzo è in comproprietà: l’altra metà è dell’Udinese che valuta il cartellino quasi 11 milioni. Con il patron bianconero Pozzo, però, i rapporti sono eccellenti. Di mezzo, poi, ci sono altri affari in corso: Benatia e Isla. Operazioni che potrebbero andare in porto la prossima estate.
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©