Sport / Calcio

Commenta Stampa

Napoli Calcio a 5, ferma la serie A domani in campo l'under 21


Napoli Calcio a 5, ferma la serie A domani in campo l'under 21
31/10/2012, 09:12

Non solo serie A. È un settore giovanile dai grandi numeri quello del Napoli Calcio a 5. Oltre 250 tra bambini e ragazzi suddivisi in base all’età in diverse categorie – tutti coordinati dal padre Federico de Candia – che si allenano gratuitamente tra Cercola, Sant’Antimo e Napoli. Se la massima serie è ferma, a causa dei campionati mondiali in Thailandia, il settore giovanile, invece, continua la sua preparazione in vista degli impegni dei diversi campionati.

Per quel che concerne la squadra under 21, che dopo quattro giornate di campionato occupa attualmente la terza posizione in classifica frutto di tre successi ed una sola sconfitta, il prossimo impegno è previsto per domani, giovedì 1 novembre, con il turno infrasettimanale che chiamerà gli azzurrini ad ospitare tra le mura amiche l’Isernia. Una settimana importante per il team allenato da mister Carmine Tarantino (che allena anche la squadra di serie A), che subito dopo andrà a Campobasso per la gara valevole per il sesto turno di campionato e poi dopo tre giorni sarà in trasferta a Monte di Procida nel confronto ad eliminazione diretta con la Traiconet per i 64esimi di Coppa Italia.
Ancora tutto fermo invece per i campionati riservati alle altre categorie, con quello relativo alle formazioni juniores che dovrebbe avere inizio il prossimo
11 novembre.


Lo sport diviene un importante strumento di aggregazione, socializzazione ed inclusione sociale. Lo sa bene il sacerdote della parrocchia Maria Santissima del Carmine di Secondigliano, dirigente del settore giovanile del Napoli Calcio a 5.

Sono 70 i bambini dai 5 ai 12 anni che giocano nel campetto Pro Angeli, antistante la parrocchia Santa Maria degli Angeli alle Croci nei pressi dell’
Orto Botanico di Napoli. Primi calci, pulcini ed esordienti giocano assieme e fanno nuove amicizie perché lo sport è anche e soprattutto condivisione degli obiettivi, lavoro di squadra e sano divertimento.
Allo Sporting Sant’Antimo, invece, si allenano Allievi e Giovanissimi (dai 13 ai 16 anni) per un totale di circa 60 ragazzi. I giocatori di calcio a 5 dai 16 ai 21 anni (Giovanissimi, Allievi e Juniores), invece, effettuano gare e preparazione a Cercola.
“Seguiamo – spiega padre Federico de Candia - non solo i ragazzi in maniera gratuita nella pratica sportiva, ma siamo da supporto a tutti coloro i quali non hanno conseguito la licenza media, sosteniamo le loro famiglie e i ragazzini che necessitino di percorsi scolastici individuali. Il nostro impegno, poi, è volto anche all’assistenza dei minori in carcere perché crediamo che solo con la sinergia e progetti rivolti a chi ne ha bisogno si possa davvero cambiare qualcosa nella nostra società”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©